Alcalosi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Alcalosi
Specialitàendocrinologia
Classificazione e risorse esterne (EN)
ICD-9-CM276.3
ICD-10E87.3
MeSHD000471
MedlinePlus001183

L'alcalosi è una condizione patologica caratterizzata da un relativo eccesso di basi nei liquidi corporei, derivante da un aumento del pH del sangue al di sopra dei valori fisiologici (denominato alcalemia), senza una efficace compensazione dell'organismo.[1]

La classificazione delle alterazioni dell'equilibrio acido-base si basa sulla misurazione delle variazioni a carico del sistema bicarbonato-acido carbonico, il sistema tampone più importante (sia perché quantitativamente il più significativo, sia perché ha una componente volatile eliminabile in grandi quantità) per far fronte alla produzione di acidi da parte del nostro metabolismo (20000 meq al giorno).[1]

La misurazione del sistema del bicarbonato plasmatico fornisce informazioni su tutti i sistemi tampone dell'organismo in quanto i sistemi tampone intra- ed extra-cellulari sono funzionalmente collegati.[1]

Fisiopatologia[modifica | modifica wikitesto]

Clinica[modifica | modifica wikitesto]

Trattamento[modifica | modifica wikitesto]

L'immissione di anidride carbonica nell'organismo sposta la dissociazione dell'acido carbonico verso destra, in applicazione del principio di Le Chatelier, dunque è favorita la decomposizione di tale sostanza in ione ossonio e ione idrogenocarbonato.

HCO3- è utilizzato dal corpo umano come tampone; in questo caso, la formazione di H3O+ consuma gli ioni OH- in eccesso presenti nel sangue, dunque come effetto si ha una diminuzione del pH verso il valore fisiologico.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Università di Bologna, Fisiopatologia dell'equilibrio acido-base (PDF), su amsacta.unibo.it. URL consultato il 18 novembre 2015.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina