Agave sisalana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Agave sisalana
Plantsisal.jpg
Classificazione Cronquist
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Classe Liliopsida
Ordine Liliales
Famiglia Agavaceae
Genere Agave
Specie A. sisalana
Classificazione APG
Ordine Asparagales
Famiglia Asparagaceae
Sottofamiglia Agavoideae
Nomenclatura binomiale
Agave sisalana
Perrine

L'agave sisalana è una pianta succulenta, specie del genere Agave, del gruppo ‘’Sisalanae’’,[1]originaria del Messico, ed attualmente coltivata e naturalizzata in molti altri paesi. È nota perché dalle sue foglie si ricava una fibra molto resistente, ampiamente utilizzata in tutto il mondo.

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

Il nome della pianta, già utilizzata dalle popolazioni locali, deriva e si confonde con il nome delle fibre che se ne ricavano; queste a loro volta presero il nome di sisal dalla città di Sisal nello Yucatan, dal cui porto coloniale spagnolo avveniva l'esportazione.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

L'A. sisalana è composta da una rosetta di foglie diritte lunghe 90-130 cm x 9-12 cm. La pianta adulta, nelle coltivazioni, può raggiungere un diametro di 2 metri ed un'altezza totale fino ad 1,50 m. Le foglie non presentano spine o denti laterali evidenti, ma, nelle piante giovani, solo una lieve seghettatura percepibile quasi solo al tatto che svanisce nelle foglie mature[2]. La spina apicale è conica, corta e di colore bruno, lunga 2-2,5 cm. Come la quasi totalità delle agavi, raggiunge la maturità solo una volta, generando uno scapo fiorifero di dimensioni molto grandi relativamente alla pianta, e la stessa pianta muore pochi mesi dopo la fioritura. Lo scapo fiorifero è alto 5-6 metri, con 10-15 rami laterali posti nella metà superiore con alle estremità i fiori posti ad ombrella. Sul fusto insieme ai fiori si formano anche piantine (impropriamente bulbilli), con densità variabile.

Usi tessili[modifica | modifica wikitesto]

La fibra tessile ricavata dalle sue foglie (detta sisal) è utilizzata per la costruzione di corde, spaghi, ceste, tappeti e altri manufatti artigianali.

Il nome della pianta, già utilizzata dalle popolazioni locali, deriva dal nome delle fibre ricavate; queste a loro volta presero il nome di sisal dalla città di Sisal nello Yucatán, dal cui porto avveniva l'esportazione.

Etichettatura tessile[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Gentry, Agaves, p. 628
  2. ^ Gentry, ‘’Agaves’’, p. 628

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàThesaurus BNCF 49677 · LCCN (ENsh96010211