Aeroporto di Giacovizza

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Aeroporto di Giacovizza
aeroporto
Memorial of first flight to land at Gjakova Airfield on 23 September 1999, an Italian Airforce G 222.JPG
Monumento che ricorda il primo volo atterrato all'aeroporto di Giacovizza, il 23 settembre 1999, un G.222 dell'Aeronautica Militare
Codice IATAnessuno
Codice ICAOLYDK
Nome commercialeGjakova Airport
Aeroporti i Gjakovës AMIKO

Aerodrom Gjakova AMIKO

Descrizione
GestoreMinistero del commercio e dell'industria
Posizione5 km a nord est di Giacovizza (Đakovica), nel Kosovo occidentale
Altitudine418 m s.l.m.
Coordinate42°26′07″N 20°25′39″E / 42.435278°N 20.4275°E42.435278; 20.4275Coordinate: 42°26′07″N 20°25′39″E / 42.435278°N 20.4275°E42.435278; 20.4275
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Serbia
LYDK
LYDK
Piste
Orientamento (QFU)LunghezzaSuperficie
17/351800 masfalto

L'Aeroporto di Giacovizza (Đakovica), anche noto come Aeroporto di Gjakova è un aeroporto del Kosovo, operativo in particolare per i traffici della Kosovo Force, durante la Guerra del Kosovo alla fine degli anni Novanta del XX secolo e in seguito per una dozzina di anni, sotto la gestione dell'Aeronautica Militare italiana. A marzo 2018 risulta chiuso[1] ma in futuro potrebbe essere riaperto per essere usato per traffico di compagnie aeree low-cost e cargo.[2][3]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'aeroporto fu costruito dalla Kosovo Force (KFOR), la forza militare internazionale guidata dalla NATO attiva per la Guerra del Kosovo del 1999, vicino a un campo di aviazione utilizzato per scopi agricoli, e fu utilizzato principalmente per voli militari e umanitari. Il 18 dicembre 2013 l'aeroporto è stato consegnato al governo del Kosovo dall'Aeronautica militare italiana.

Sotto la gestione dell'aeronautica italiana, l'aeroporto di Giacovizza gestì più di 27000 aerei, 220000 passeggeri e il trasporto di oltre 40000 tonnellate di merci[4].

Il governo locale e nazionale intende offrire l'aeroporto di Giacovizza per operazioni con partnership pubblico-private allo scopo di trasformarlo in un aeroporto civile e commerciale[5].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Historiku, su aeroportigjakoves.com. URL consultato il 13 marzo 2018.
  2. ^ Aeroporti i Kosovës në Gjakovë për cargo, çmime të lira dhe trajnime për pilotë, Zëri.info. URL consultato il 13 marzo 2018 (archiviato dall'url originale il 17 gennaio 2015).
  3. ^ Aeroporti Gjakovë, news report, ABC News. URL consultato il 19 dicembre 2014.
  4. ^ Aeroporto AMIKO: passaggio di responsabilità, Ministry of Defense, Republic of Italy. URL consultato il 18 marzo 2014 (archiviato dall'url originale il 1º gennaio 2014).
  5. ^ Aktivitetet e Ministrisë së Tregtisë dhe Industrisë: Themelohet Ndërmarrja Publike "Aeroporti i Gjakovës", Ministria e Tregtisë dhe Industrisë (archiviato dall'url originale il 27 febbraio 2015).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]