Accademia delle scienze di Lisbona

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Targa all'ingresso dell'Accademia

La Accademia delle scienze di Lisbona (portoghese: Academia das Ciências de Lisboa) è l'accademia delle scienze del Portogallo[1]. L'Accademia è anche l'ente regolatore della lingua portoghese in coordinamento con l'Accademia brasiliana delle lettere.[2]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'Accademia fu fondata durante il regno di Maria I del Portogallo il 24 dicembre 1779, in pieno Illuminismo, come Academia Real das Sciencias de Lisboa[3] con il motto nisi utile est quod facimus stulta est gloria.

Nel 1910, con la proclamazione della Repubblica Portoghese, prese il nome attuale di Academia das Ciências de Lisboa[4][5].

Il 28 maggio 1930 all'Accademia fu conferita la Gran Croce dell'Ordine Militare di San Giacomo della Spada.[6]

Sede[modifica | modifica wikitesto]

Lungo la sua storia l'Accademia ha cambiato sei sedi.

Dal 1833 ha sede nell'antico Convento del Gesù del Terz' Ordine Francescano, nella parte bassa del Bairro Alto di Lisbona[7][8].

Organizzazione[modifica | modifica wikitesto]

L'Accademia è retta dallo statuto approvato con Decreto-Legge n.º 5[9] del 12 gennaio 1978 e successive modificazioni[10].

All'epoca della fondazione l'Accademia era divisa in tre classi: Scienze Naturali, Scienze Esatte, Belle Lettere.

Nel 1851 le prime due classi si unirono nella classe di Scienze, mentre l'ultima mutò il nome in classe di Lettere.

La classe di Scienze è costituita da sette sezioni:

  • 1ª sezione: Matematica
  • 2ª sezione: Fisica
  • 3ª sezione: Chimica
  • 4ª sezione: Scienze della Terra e dello Spazio
  • 5ª sezione: Scienze Biologiche
  • 6ª sezione: Scienze Mediche
  • 7ª sezione: Scienze Ingegneristiche ed altre Scienze Applicate

La classe di Lettere è costituita da sette sezioni:

  • 1ª sezione: Letteratura e Studi Letterari
  • 2ª sezione: Filologia e Linguistica
  • 3ª sezione: Filosofia, Psicologia e Scienza dell'Educazione
  • 4ª sezione: Storia e Geografia
  • 5ª sezione: Diritto e Scienza Politica
  • 6ª sezione: Economia e Finanza
  • 7ª sezione: Sociologia e altre Scienze Umane e Sociali

Ogni sezione conta cinque soci effettivi e dieci soci corrispondenti. Vi sono inoltre soci corrispondenti brasiliani, soci corrispondenti stranieri, soci onorari e soci emeriti[11].

L'Accademia delle Scienze di Lisbona comprende inoltre due istituti:[12]

L'Istituto di Alti Studi, aperto a esperti e scienziati non appartenenti all'Accademia, promuove studi avanzati nelle scienze e nelle materie umanistiche[13].

L'Istituto di Lessicologia e Lessicografia della Lingua Portoghese si occupa della conservazione e diffusione della lingua portoghese; anche ad esso partecipano studiosi esterni all'Accademia. L'Istituto ha realizzato, fra l'altro, il Dicionário da Língua Portuguesa Contemporânea.[14]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • a cura dell'Accademia, Academia das Ciências de Lisboa: Fundada em 1779, Lisbona, Academia das Ciências de Lisboa, 1999
  • Aires Cristóvão, Para a História da Academia das Sciências de Lisboa, Coimbra, Imprensa da Universidade, 1927, dal Boletim da Segunda Classe da Academia das Sciências de Lisboa, vol. 12
  • Amaral Ilídio, Nótulas Históricas Sobre os Primeiros Tempos da Academia das Ciências de Lisboa, Lisboa, Colibri, 2012
  • de Carvalho Rómulo, D. João Carlos de Bragança, 2.º Duque de Lafões: Fundador da Academia das Ciências de Lisboa, Lisboa, Academia das Ciências de Lisboa, 1987
  • Medina João, História de Portugal, Amadora, Ediclube - Edição e Promoção do Livro Lda., 2004, volume IX
  • Reis Fernando, Academia das Ciências de Lisboa, in Ciência em Portugal: Personagens e Episódios, Lisboa, Camões - Instituto da Cooperação e da Língua
  • Ribeiro José Silvestre, Historia dos estabelecimentos scientificos litterarios e artisticos de Portugal nos successivos reinados da monarchia, Lisboa, Academia Real das Sciências, 1871-1914, volume II,
  • Santana Francisco e Sucena Eduardo (a cura di), Dicionário da História de Lisboa, Sacavém, Carlos Quintas & Associados - Consultores, 1994
  • Academia das Ciências de Lisboa, in Infopédia, Porto, Porto Editora, 2003-2013
  • Memorias da Academia Real das Sciencias de Lisboa, Volume 1. Desde 1780 a 1788 Lisboa Typografia da Academia, 1797

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Articolo 1.º dello Statuto dell'Accademia
  2. ^ Articolo 5.º dello Statuto dell'Accademia
  3. ^ secondo la grafia dell'epoca Memorias da Academia Real das Sciencias de LisboaVolume 1. Desde 1780 a 1788, Lisbona, Typografia da Academia, 1797
  4. ^ Academia das Ciências de Lisboa nel sito dell' Instituto Camões.
  5. ^ AMARAL, Ilídio do, Nótulas Históricas Sobre os Primeiros Tempos da Academia das Ciências de Lisboa, Lisboa, Colibri, 2012
  6. ^ Cidadãos Nacionais Agraciados com Ordens Portuguesas, Presidência da República Portuguesa
  7. ^ Santana,1994, pagg. 5-7 s. v. «Academia das Ciências de Lisboa»
  8. ^ Convento de Nossa Senhora de Jesus da Ordem Terceira de São Francisco nel sito dell'Academia das Ciências de Lisboa di Luísa Cortesão e Ângelo Silveira (1994), Teresa Vale e Carlos Gomes (1995), Margarida Elias (2011), Margarida Elias (2011) Sistema de Informação para o Património Arquitetónico
  9. ^ Decreto-Lei n.º 5/78 modificato dalla dichiarazione pubblicata nella 1ª serie del Diário da República dell' 8 febbraio 1978
  10. ^ Decreto-Lei n.º 390/87; Decreto-Lei n.º 179/96; Decreto-Lei n.º 53/2002; Decreto-Lei n.º 90/2005.
  11. ^ Statuto dell'Accademia
  12. ^ Articolo 20.º dello Statuto dell'Accademia
  13. ^ Instituto de Altos Estudos sul sito dell'Accademia
  14. ^ Anselmo Artur, Bases para a reedição do Dicionário da Academia

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]