Abarat

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Abarat
Titolo originale Abarat
Autore Clive Barker
1ª ed. originale 2002
Genere romanzo
Sottogenere fantasy
Lingua originale inglese
Ambientazione Minnesota, arcipelago di Abarat
Serie Pentalogia di Abarat
Seguito da Abarat - Giorni di magia, notti di guerra

Abarat è un romanzo fantasy del 2002 scritto e illustrato da Clive Barker, primo libro appartenente alla pentalogia di Abarat, pensata anzitutto per lettori giovani adulti.

Il suo seguito è Abarat - Giorni di magia, notti di guerra.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Candy Quackenbush, un giorno, indagando per conto della scuola sulla sua città (Chikentown, nel Minnesota), trova un molo abbandonato a centinaia di chilometri dal mare. Incuriosita, evoca per sbaglio una potente magia che fa "sgorgare" il mitico mar d'Izabella. Si scoprirà infatti che il nostro mondo e quello di Abarat un tempo prosperavano grazie al reciproco commercio, ma ora ogni mondo considera l'altro una leggenda. Abarat è un insieme di isole, 24, una per ogni ora del giorno (che non cambiano mai), più la Guglia di Odom - la misteriosissima venticinquesima ora - e qualche isolotto.

Il viaggio di Candy comprende il ponte Gilholly (tra Efreet, le Sei, e Autland, le Sette), Yebba Dim (le Otto), Ninnyhammer (le Dieci), e la Guglia di Odom.

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Clive Barker, Abarat, traduzione di Beatrice Masini, Fabbri Editori, 2002, pp. 493, cap. 34+1, ISBN 88-451-8049-2.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]