8 cm Feldkanone M. 99

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
8 cm Feldkanone M. 99
Tipo cannone da campagna
Origine Austria-Ungheria Austria-Ungheria
Impiego
Conflitti Prima guerra mondiale
Produzione
Data progettazione 1899-1901
Descrizione
Peso 915 kg
Lunghezza canna 2,142 m
Calibro 76,5 mm
Munizioni cartoccio proietto
Azionamento otturatore eccentrico a vite interrotta
Cadenza di tiro 6-8 colpi/min
Velocità alla volata 500 m/s
Gittata massima 8 000 m
Angolo di tiro 0
voci di armi d'artiglieria presenti su Wikipedia

Il 8 cm Feldkanone M. 99[1] era un cannone campale austro-ungarico impiegato dall'Esercito imperial regio durante la prima guerra mondiale.

Il cannone fu progettato in fretta a causa dei rapidi progressi dei paesi vicini dell'Austria nella modernizzazione delle loro artiglierie. I progettisti apportarono solo le innovazioni che non avrebbero ritardato lo sviluppo dell'arma. Per esempio furono valutati vari freni di sparo idraulici ma alla fine vennero tutti rigettati in quanto richiedevano ulteriore tempi di messa a punto. Il M. 99 conservava anche la canna in bronzo dei suoi predecessori, ma con otturatore eccentrico a vite interrotta, che ne aumentava la cadenza di tiro. L'affusto era quello del 9 cm Feldkanone M. 75/96 con lievi modifiche ai vomeri per ridurre le forze di rinculo.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Secondo la nomenclatura austro-ungarica dell'epoca: cannone da campagna calibro 80 mm modello 1899.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Ortner, M. Christian. The Austro-Hungarian Artillery From 1867 to 1918: Technology, Organization, and Tactics. Vienna, Verlag Militaria, 2007 ISBN 978-3-902526-13-7