30 Arietis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da 30 Arietis A)
Jump to navigation Jump to search
30 Arietis
30 Arietis
Aries IAU.svg
Classificazionestella bianco-gialla di
sequenza principale
Classe spettraleA: F5V
B: F6V
Distanza dal Sole133 anni luce
CostellazioneAriete
Redshift0,000057 ± 0,000007
Coordinate
(all'epoca J2000.0)
Ascensione retta02h 36m 57,7405s
Declinazione+24° 38′ 53,027″
Lat. galattica-32,3095°
Long. galattica151,4761°
Dati fisici
Raggio medioAa:1,45 B: 1,13 R
Massa
A: 1,31 / 0,14
BC: 1,13 / 0,5[1] M
Acceleraz. di gravità in superficie4,44 logg
Temperatura
superficiale
Aa: 6450 K B: 6424 K (media)
Luminosità
B: 2,2[2] L
Metallicità118% del Sole
Età stimata910 milioni di anni
Dati osservativi
Magnitudine app.7,09
Magnitudine ass.4,05[2]
Parallasse25,36 ± 1,10 mas
Moto proprioAR: 150,75 mas/anno
Dec: -12,79 mas/anno
Velocità radiale17,2 ± 2 km/s
Nomenclature alternative
HIP 12184, GC 3137, 2MASS J02365772+2438530, GCRV 1474, PLX 525, TYC 1771-1397-1, PPM 91830, UBV 2596, ADS 1982 B, GSC 01771-01397, RBS 333, uvby98 100016232, AG +24 226, HD 16232, ROT 351, YZ 24 787, AGKR 2288, HIC 12184, RX J0236.9+2438, [ZEH2003] RX J0236.9+2438 2, BD +24 375, HR 764, 1RXS J023658.1+243859, CCDM J02370+2439B, IDS 02312+2413 B, SAO 75470

Coordinate: Carta celeste 02h 36m 57.7405s, +24° 38′ 53.027″

30 Arietis è un sistema stellare di sesta magnitudine situato nella costellazione dell'Ariete. Dista 133 anni luce dal sistema solare[2]. 30 Arietis A e B costituiscono una binaria visuale e sono distanziate tra loro di 38,1 secondi d'arco, che nella realtà si traducono in circa 1500 UA, con un periodo orbitale di oltre 10.000 anni[3]. AL 2015, 30 Arietis B è conosciuta come anch'essa binaria, dopo la scoperta di una nuova componente nell'aprile dello stesso anno, e con 30 Arietis A, anch'essa doppia, costituisce in definitiva un sistema stellare quadruplo. Nel 2009, attorno alla componente B, è stato scoperto un pianeta supergioviano che, al 2015, costituiva il secondo caso di pianeta extrasolare noto in un sistema quadruplo, con Kepler-64 b.

Osservazione[modifica | modifica wikitesto]

Si tratta di una stella situata nell'emisfero celeste boreale; grazie alla sua posizione non fortemente boreale, può essere osservata dalla gran parte delle regioni della Terra, sebbene gli osservatori dell'emisfero nord siano più avvantaggiati. Nei pressi del circolo polare artico appare circumpolare, mentre resta sempre invisibile solo in prossimità dell'Antartide. Essendo di sesta magnitudine difficilmente la si può scorgere ad occhio nudo, ma è comunque sufficiente anche un binocolo di piccole dimensioni, a patto di avere a disposizione un cielo buio.

Il periodo migliore per la sua osservazione nel cielo serale ricade nei mesi compresi fra settembre e febbraio; da entrambi gli emisferi il periodo di visibilità rimane indicativamente lo stesso, grazie alla posizione della stella non lontana dall'equatore celeste.

Caratteristiche fisiche[modifica | modifica wikitesto]

30 Arietis A[modifica | modifica wikitesto]

30 Arietis A è una binaria spettroscopica con un periodo orbitale di 1,1 giorni.[4] La stella principale è una gigante bianco-gialla; possiede una magnitudine assoluta di 3,46 e la sua velocità radiale positiva indica che la stella si sta allontanando dal sistema solare. La secondaria invece, con una massa di 0,14 M è invece una piccola e debole nana rossa.[1]

30 Arietis B-C[modifica | modifica wikitesto]

30 Arietis B, anch'essa binaria, è costituita da una stella bianco-gialla di sequenza principale, leggermente più massiccia e luminosa del Sole e possiede una magnitudine assoluta di 4,11. La compagna, denominata C e scoperta nel 2015, ha una massa che è la metà di quella del Sole e ruota attorno alla principale in circa 80 anni alla distanza di 22 UA[5][6]

Pianeta[modifica | modifica wikitesto]

Il 27 settembre 2009 è stato scoperto, con il metodo della velocità radiale, un pianeta massiccio attorno a B, 30 Arietis Bb, avente una massa almeno una decina di volte quella di Giove e che orbita a 0,995 UA dalla propria stella in un periodo di 335 giorni, su un'orbita piuttosto eccentrica (e=0,289)[7]. Non sapendo con precisione il valore massimo della massa l'oggetto potrebbe anche essere una nana bruna.

Il pianeta è situato al limite interno della zona abitabile, ma la sua alta eccentricità lo porta a transitare per buona parte troppo internamente ad essa. Su una sua eventuale esoluna di tipo terrestre (essendo il pianeta un gigante gassoso), anche con un'atmosfera dotata di venti che distribuisca il calore uniformemente su tutta la superficie, difficilmente la temperatura al periastro consentirebbe al pianeta di trattenere acqua liquida in superficie[8].

Prospetto del sistema di 30 Arietis B
PianetaTipoMassaPeriodo orb.Sem. maggioreEccentricità
bGigante gassoso<9,88 MJ335,1 giorni0,995 UA0,289

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Adrian S. Hamers et al., Secular dynamics of hierarchical multiple systems composed of nested binaries, with an arbitrary number of bodies and arbitrary hierarchical structure. First applications to multiplanet and multistar systems (PDF), in Monthly Notices of the Royal Astronomical Society, vol. 459, nº 3, pp. 2827-2874.
  2. ^ a b c Erik Anderson, Charles Francis, XHIP: An Extended Hipparcos Compilation, in Astronomy Letters, 23 marzo 2012.arΧiv:1108.4971
  3. ^ Guenther et al., A substellar component orbiting the F-star 30 Arietis B, in Astronomy & Astrophysics, vol. 507, nº 3, 2009, pp. 1659–1665, DOI:10.1051/0004-6361/200912112.
  4. ^ Morbey, C. L.; Brosterhus, E. B., A Search for Spectroscopic Binaries from Published Radial Velocity Data, in Publications of the Astronomical Society of the Pacific, vol. 86, nº 512, 1974, pp. 455, Bibcode:1974PASP...86..455M, DOI:10.1086/129630.
  5. ^ Giant Alien Planet Has 4 Suns in Its Sky, Space.com.
  6. ^ Leonidas Papadopoulos, Under the Light of a Quadruple Sun: Astronomers Discover Additional Stellar Companions in Nearby Exoplanetary Systems, su americaspace.com, 2015.
  7. ^ Planet 30 Ari B b exoplanet.eu
  8. ^ Habitable Zone Gallery hzgallery.org

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Stelle Portale Stelle: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di stelle e costellazioni