Śiva Purāṇa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La comparsa di Śiva e Śakti, illustrazione da un'edizione del 1828.

Lo Śiva Purāṇa (devanagari शिव पुराण; adattato in Shiva Purana), VII secolo e.v., è uno dei diciotto Purāṇa maggiori (Mahā Purāṇa); in esso vi figura come divinità principale Shiva.[1]

Lo Śiva Purāṇa è suddiviso[2] in sei saṃithā ("raccolta"):

  • Jñāna Saṁhitā, con 78 capitoli (adhyaya)
  • Vidyeśvara Saṁhitā, con 16 capitoli
  • Kailāśa Saṁhitā, con 12 capitoli
  • Sanatkumāra Saṁhitā, con 59 capitoli
  • Vāyavīya Saṁhitā, con 30 capitoli
  • Dharma Saṁhitā, con 60 capitoli

Esistono comunque altre recensioni di questo stesso Purāṇa, con differenti suddivisioni e contenuti. A esempio altre recensioni includono la Rudra Saṃhitā.[3]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Anna L. Dallapiccola, Induismo. Dizionario di storia, cultura, religione.
  2. ^ B. K. Chaturvedi, 2006, Op. cit.
  3. ^ Alain Daniélou, Śiva e Dioniso, traduzione di Augusto Menzio, Ubaldini Editore, 1980.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]