Verruca plantare

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.

La Verruca plantare è una forma di verruca caratterizzata dalla presenza di vari corpi da inclusione all’interno del citoplasma. Per loro definizione tali anomalie dermatologiche nascono nella pianta del piede della persona.

Tipologia[modifica | modifica sorgente]

Sono state individuate due forme di verruche plantari, quelle semplici e quelle a mosaico.

  • Verruca plantare semplice, con aspetto di lesioni tondeggianti, sono le più dolorose
  • Verruca plantare a mosaico, il loro nome lo si deve al loro aspetto, diverse verruche si uniscono fino a formare piccole placche. Si possono espandere rapidamente nel corpo.

Sintomatologia[modifica | modifica sorgente]

I segni clinici sono formazione di calli, dolore al momento della pressione.

Eziologia[modifica | modifica sorgente]

La causa è dovuta ad un'infezione virale, precisamente ai Papillomavirus, al primo e al secondo tipo di tale virus.

Terapie[modifica | modifica sorgente]

la terapia chirurgica consiste nell’escissione totale della verruca. Il trattamento podologico consiste nella cauterizzazione della verruca (progressiva e solitamente svolta in più sedute) attraverso l'utilizzo di sostanze come ad esempio: azoto liquido, acido acetilsalicilico, acido nitrico.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Joseph C. Sengen, Concise Dictionary of Modern Medicine, New York, McGraw-Hill, 2006, ISBN 978-88-386-3917-3.
  • Tullio Cainelli, Riannetti Alberto, Rebora Alfredo, Manuale di dermatologia medica e chirurgia terza edizione, Milano, McGraw-Hill, 2004, ISBN 978-88-386-2387-5.
medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina