Type 93

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Type 93
Long Lance
Un Type 93 esposto davanti al quartier generale della US Navy durante la seconda guerra mondiale
Un Type 93 esposto davanti al quartier generale della US Navy durante la seconda guerra mondiale
Descrizione
Tipo Siluro pesante
Impiego imbarcato
Impostazione 1930
In servizio 1935
Utilizzatore principale Naval Ensign of Japan.svg Marina imperiale giapponese
Peso e dimensioni
Peso 2 800 kg
Lunghezza 9 m
Diametro 610 mm
Prestazioni
Gittata 21,6 miglia a 36 nodi
17,3 miglia a 40 nodi
10,8 miglia a 48 nodi
Velocità massima 48 nodi
Esplosivo 500 kg

[senza fonte]

voci di siluri presenti su Wikipedia

Il Type 93, Tipo 93 o Modello 93, è stato un siluro pesante, costruito in Giappone negli anni antecedenti la seconda guerra mondiale come mezzo per poter combattere la flotta statunitense controbilanciando la maggior quantità di navi da battaglia avversarie, secondo il rapporto stabilito dal Trattato di Washington.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il siluro passò attraverso un lungo processo di sviluppo, che permise di risolvere i problemi tecnici dovuti innanzitutto alla detonazione prematura, ma alla fine divenne un'arma temibile, usata spesso dai cacciatorpediniere giapponesi soprattutto in battaglie notturne come la battaglia dell'isola di Savo e la battaglia di Tassafaronga.

Tecnica[modifica | modifica wikitesto]

Il Tipo 93 era un siluro pesante, ovvero della classe dal diametro da 610 mm, della lunghezza di 9 m per 2 800 kg di peso. Il suo sistema di propulsione impiegava ossigeno puro al posto della consueta aria compressa. Questo consentiva, rispetto agli altri siluri dell'epoca, di bruciare teoricamente fino a 5 volte più combustibile aumentando l'autonomia. Come ulteriore effetto, la scia di bolle veniva ridotta a livelli invisibili rendendo virtualmente impossibile la rivelazione dell'arma e la sua direzione di provenienza[1].

Utilizzatori[modifica | modifica wikitesto]

Naval Ensign of Japan.svg Giappone

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Japanese Torpedoes, url consultato il 7 set 2009.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

marina Portale Marina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di marina