Tuber cinereum

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Tuber cinereum
Gray724.png
Base cranica. Il tuber cinereum è visibile al centro.
Anatomia del Gray subject #189 813
Sistema nervoso centrale

Il tuber cinereum è una formazione di sostanza grigia (da cui il nome cinereum)[1].

Localizzazione e rapporti[modifica | modifica wikitesto]

È posto nel diencefalo tra i corpi mammillari e l'infundibolo dell'ipofisi, con il peduncolo della quale è in continuazione per congiungersi alla neuroipofisi, lobo posteriore della ghiandola stessa.

È formato da due nuclei: il nucleo tuberale e il nucleo tuberomamillare.

Funzione[modifica | modifica wikitesto]

È coinvolto nell'omeostasi idrica[1]. Si ritiene essere implicato nelle regolazioni dei ritmi circadiani, vista la secrezione di istamina da parte del nucleo tuberomamillare[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Definizione Treccani
  2. ^ (EN) Estrogen receptors and metabolic activity in the human tuberomamillary nucleus: changes in relation to sex, aging and Alzheimer's disease..

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Anastasi et al., Trattato di anatomia umana, Napoli, Edi. Ermes, 2006, ISBN 88-705-1285-1.