The Jackal

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
The Jackal
The Jackal Screenshot.JPG
Il titolo alla testa del film
Titolo originale The Jackal
Paese di produzione Stati Uniti, Regno Unito, Francia, Germania, Giappone
Anno 1997
Durata 124 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere azione, poliziesco, thriller
Regia Michael Caton-Jones
Soggetto Frederick Forsyth (romanzo Il giorno dello sciacallo)
Sceneggiatura Kenneth Ross, Chuck Pfarrer
Produttore Michael Caton-Jones, Sean Daniel, James Jacks, Kevin Jarre, Sean T. Stratton
Produttore esecutivo Mark Gordon, Gary Levinsohn, Hal Lieberman
Fotografia Karl Walter Lindenlaub
Montaggio Jim Clark
Effetti speciali Illusion Arts
Musiche Carter Burwell
Scenografia Michael White
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

The Jackal è un film del 1997 diretto da Michael Caton-Jones, liberamente tratto dal romanzo Il giorno dello sciacallo di Frederick Forsyth. Il film, invece di essere ambientato in Francia, si muove tra gli USA ed il Canada alla ricerca di un misterioso killer.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Lo Sciacallo è un misterioso ed infallibile killer professionista, abilissimo nel non lasciare tracce dietro di sé, che è stato ingaggiato dalla mafia russa per uccidere il direttore dell'FBI, o almeno così credono gli agenti Carter Preston, dell'FBI, e Valentina Koslova, dell'MVD.

Per fermare il killer prima che compia la sua missione, i due agenti si ritrovano costretti a chiedere aiuto ad un ex-terrorista dell'IRA ora rinchiuso in carcere, Declan Joseph Mulqueen, una delle poche persone ad aver conosciuto lo Sciacallo, e quindi capace di riconoscerlo.

Tra un inseguimento e l'altro attraverso il Nordamerica, presto i tre scopriranno che rintracciare lo Sciacallo è un'impresa quasi impossibile, vista la sua abilità a mascherarsi e nascondere le proprie tracce.

Dopo vari tentativi di neutralizzazione dello Sciacallo, quest'ultimo, dopo aver assassinato il suo armiere e l'uomo che lo ospitava (il killer si era finto gay per corteggiarlo e farsi invitare a casa sua, in modo da usarla come base non rintracciabile) scoverà Koslova e la ucciderà a sangue freddo, insieme all'agente FBI Witherspoon.

Successivamente Joseph scopre che l'obiettivo del sicario non era il Direttore dell'FBI, bensì la moglie del Presidente degli Stati Uniti. Quindi, arrivato appena in tempo, l'ex criminale cerca di rintracciare Jackal, e nel contempo il Comandante Carter Preston, del Bureau americano, porta in salvo la First-Lady.

Jackal cerca di scappare nei sotterranei della metropolitana, inseguito da Mulqueen; nel frattempo Isabella Zanconia, compagna di Joseph, avvisata da quest'ultimo, riesce a sparare allo sciacallo, salvando la vita dell'ex-compagno, il quale subito dopo salverà entrambi sparando più volte al mercenario non ancora morto.

Dopo molti giorni Mulqueen passeggia insieme al Comandante Preston subito dopo la sepoltura in una tomba anonima dello sciacallo: i due sono chiaramente delusi dal fatto che le autorità non hanno concesso la grazia a Joseph nonostante il suo aiuto. Allora Preston, dopo averlo ringraziato per le azioni eroiche svolte e avergli augurato buona fortuna, lo lascia andare.

Cast[modifica | modifica sorgente]

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Nel singolo Kevin Spacey dell'album Il sogno eretico di Caparezza viene citato il film: "Bruce Willis in The Jackal muore come il cinema col cinepanettone".
  • L'attore che interpreta il personaggio di Douglas, ovvero Stephen Spinella, è gay anche nella vita reale.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Gere Willis: nemici, non solo sul set - Corriere della Sera

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cinema