Test of Proficiency in Korean

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il Test of Proficiency in Korean è un esame certificato di lingua coreana meglio conosciuto con l'acronimo di TOPIK. L'esame è amministrato dal Korean Institute for Curricula and Evaluation e può essere sostenuto sia in Corea del Sud, in diverse sedi sparse per il paese, che in alcune sedi all'estero.

Tipi di esame[modifica | modifica sorgente]

L'esame è diviso in due tipi, chiamati rispettivamente S-topik e B-topik. S-topik è l'esame standard, chi intende sostenere questo esame vuole testare la propria competenza della lingua coreana in generale. È anche sostenuto dagli stranieri che intendono poi essere ammessi ad un'università coreana. L'esame business, B-topik, è l'esame per chi ha bisogno di una certificazione di conoscenza della lingua coreana per intraprendere un'attività lavorativa. Entrambi gli esami possono essere sostenuti in Corea a Seoul, Busan, Gwangju, Daejeon, Daegu, Jeju e all'estero in 25 paesi presso le ambasciate coreane o gli istituti coreani di cultura. L'esame è stato amministrato per la prima volta nel 1997 dalla Korean Research Foundation col nome di Korean Proficiency Test, ma dal 1999 viene amministrato dal Korean Institute for Curricula and Evaluation. A partire dalla primavera del 2010 il test S-TOPIK si può sostenere anche in Italia presso l'Università Ca' Foscari Venezia, nelle due sessioni primaverile (Aprile) e autunnale (Ottobre-Novembre). TOPIK a Venezia

Valutazione e punteggi[modifica | modifica sorgente]

L'esame standard è diviso in tre livelli, ogni livello è a sua volta diviso in due sottolivelli. Si ha così un livello elementare, diviso in primo e secondo livello; un livello intermedio, diviso in terzo e quarto livello e un livello avanzato diviso in quinto e sesto livello. L'esaminato chiede di sostenere l'esame per il livello elementare, intermedio o avanzato e a seconda del punteggio ottenuto riceverà l'assegnazione a uno dei due sottolivelli. L'esame è diviso in quattro sezioni, grammatica/vocabolario, scrittura, ascolto e lettura. Non è prevista alcuna valutazione della competenza orale. Tranne la sezione di scrittura che prevede sia quesiti a risposta chiusa che aperta, le altre sezioni prevedono solo risposte chiuse. Ogni sezione prevede un punteggio massimo di 100 punti e consiste in trenta quesiti per le sezioni di grammatica/vocabolario, ascolto e lettura, tra i quindici e diciassette quesiti per la sezione di scrittura. Quest'ultima sezione prevede la stesura di una composizione. Nei livelli elementare, intermedio e avanzato l'esaminato deve ottenere tra il 50% e il 69% del punteggio per ottenere rispettivamente il primo, terzo o quinto livello, oltre il 70% per ottenere il secondo, quarto o sesto livello. L'esaminato non può ottenere meno di quaranta punti per sezione nel caso del primo, terzo o quinto livello, e non meno di cinquanta punti per sezione nel caso dei restanti livelli. L'esame business non è diviso per livelli, consta di quattro sezioni come l'esame standard ma a differenza di questo presenta solo quesiti a risposta chiusa. Ogni sezione prevede trenta quesiti e un punteggio massimo di 100. All'esaminato viene conferito il punteggio ottenuto senza alcuna assegnazione per livelli.

Conoscenze richieste per ogni livello[modifica | modifica sorgente]

Livello 1[modifica | modifica sorgente]

Il candidato conosce la lingua per poter parlare di argomenti quotidiani o familiari. Sa presentarsi e scrivere semplici frasi. Possiede un vocabolario di 800 parole circa.

Livello 2[modifica | modifica sorgente]

Il candidato è in grado di fare una telefonata, chiedere dei favori o dare suggerimenti. Sa discutere di argomenti comuni e usare la lingua sia in ambito formale che informale. Possiede un vocabolario di circa 1500-2000 parole.

Livello 3[modifica | modifica sorgente]

Il candidato sa usare la lingua nella quotidiana vita in Corea incontrando poche difficoltà. Sa instaurare e mantenere relazioni sociali. Distingue tra lingua orale e lingua scritta e sa descrivere le proprie opinioni per iscritto nella lunghezza di un paragrafo. Possiede un vocabolario di circa 3000 parole.

Livello 4[modifica | modifica sorgente]

Il candidato sa usare la lingua per redigere brevi relazioni o documenti. Sa leggere con poche difficoltà il giornale o ascoltare un notiziario. Sa esprimere le proprie opinioni su argomenti di carattere astratto. È in grado di comprendere e descrivere fenomeni socio-culturali. Possiede un vocabolario di circa 4000 parole.

Livello 5[modifica | modifica sorgente]

Il candidato è in grado di usare la lingua per realizzare ricerche specialistiche. È in grado di argomentare ed esprimere le proprie opinioni riguardo argomenti astratti o poco familiari quali politica, economia o letteratura. Possiede un vocabolario di circa 5000 parole.

Livello 6[modifica | modifica sorgente]

Il candidato conosce la lingua in modo fluente ed è in grado di realizzare ricerche nel proprio campo. Anche se non come un madrelingua, non incontra alcun problema nell'esprimersi o nel discutere di argomenti poco conosciuti. Possiede un vocabolario di oltre 5000 parole.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Kim Yujeong, Hanguko neungnyeok pyeongga yeongu (Studio sulla valutazione della competenza linguistica in coreano), Tesi di dottorato Korea Univeristy, Seoul 1999.
  • Hangukgyoyukgwajeongpyeonggawon (Korean institute for curricula and evaluation), 2007 Hangukoneoungnyeokshiheommunje (2007 Test of Proficieny in Korean, domande), Seoul: Korean Institute for Curricula and Evaluation, 2007, ISBN 978-89-5758-043-1
  • Hangukgyoyukgwajeongpyeonggawon (Korean institute for curricula and evaluation), Hangukoneoungnyeokshiheommunje 5geup (Test of proficiency in Korean, domande 5 livello), Seoul: Korean Institute for Curricula and Evaluation, 2004, ISBN 89-5758-012-3

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

  • Test of Proficiency in Korean [1]
  • Korean Institute for Curricula and Evaluation [2]