Splendore nell'erba

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando il remake televisivo del 1981, vedi Splendore nell'erba (film 1981).
Splendore nell'erba
Splendore nell'erba (film).JPG
Warren Beatty e Natalie Wood
Titolo originale Splendor in the Grass
Paese di produzione USA
Anno 1961
Durata 124 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere romantico, drammatico
Regia Elia Kazan
Soggetto William Inge
Sceneggiatura William Inge
Produttore Warner Bros.
Fotografia Boris Kaufman
Montaggio Gene Milford
Musiche David Amram
Scenografia Richard Sylbert e Gene Callahan
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
Premi

Splendore nell'erba (Splendor in the Grass) è un film del 1961 diretto da Elia Kazan.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Kansas, 1928. Bud Stamper, studente di liceo, è figlio di un imprenditore che ha fatto fortuna con il petrolio. Sua compagna di scuola è Deannie Loomis, proveniente da una famiglia perbenista e di strette vedute, che le ha impartito un'educazione rigidamente puritana.

Tra passeggiate, feste tra amici, picnic e altri divertimenti ingenui, tra i due nasce una storia d'amore e Bud manifesta l'intenzione di sposarla dopo il diploma. Il loro rapporto è sul punto di sfociare in una relazione più matura e completa, ma le inibizioni sessuali di Deannie creano tensioni tra i due ragazzi, che si logorano sia nel corpo che nella psiche.

Bud vive un'atmosfera di tensione anche in famiglia, giacché suo padre desidera che egli continui gli studi. La sorella maggiore Ginny, libertaria e viziata, ha ormai deviato dai valori paterni facendosi espellere dalla scuola dopo un aborto. Ora intreccia una relazione con un uomo sposato e a Mr. Stamper non rimane che riversare sul figlio maschio tutte le sue ambizioni di successo nella società. Gli consiglia di lasciar perdere Deannie e di divertirsi con «altri tipi di ragazze» in attesa di iscriversi a Yale. Bud non ha il coraggio di imporre i suoi progetti e accetta di lasciare Deannie, ma senza convinzione.

In seguito alla separazione, il rendimento scolastico di Bud comincia a calare: il ragazzo ha un malore durante una gara sportiva e, tornato a casa dopo un breve ricovero in ospedale, gli viene consigliato di cercare sfogo con una ragazza "facile". Deannie, dal canto suo, rimane sconvolta quando si sente chiedere da sua madre se Bud l'ha "sciupata": si chiude in camera e con un paio di forbici comincia ossessivamente a tagliarsi ciocche di capelli. La sera del ballo studentesco, con un audace vestito rosso e un trucco pesante, tenta di riconquistare Bud ma, respinta, decide di andare via per ripicca con un compagno di studi. Una volta a casa, tenta il suicidio e viene ricoverata in una casa di cura.

Bud lascia la cittadina e va a studiare a Yale, ma comincia a frequentare una cameriera italiana e a trascurare gli studi. Suo padre decide di chiedere un colloquio con i docenti ma, proprio la sera del suo arrivo a New Haven si diffonde la notizia del crollo della borsa di Wall Street. Decide di uscire insieme a Bud e di combinare un incontro fra suo figlio e una giovane ballerina che somiglia a Deannie. Mentre i due ragazzi stanno insieme, Mr. Stamper si suicida lanciandosi dalla finestra dell'albergo, consapevole della sua definitiva rovina economica.

Dopo due anni di trattamento, Deannie riesce faticosamente a trovare un nuovo equilibrio interiore e viene dimessa dalla casa di cura. Tornata in famiglia, si riconcilia con la madre perdonandole gli errori commessi nella sua educazione. La madre le racconta del tracollo finanziario della famiglia di Bud, del suicidio di suo padre e della morte di Ginny in un incidente d'auto. Il padre le rivela che Bud è tornato a vivere nella fattoria di famiglia. Le amiche, il giorno dopo, accompagnano Deannie al ranch. Bud è in tuta da lavoro, la saluta, la invita ad entrare nella sua casa povera e le presenta la moglie Angelina e il figlioletto. La donna è incinta: si avvicina, si appoggia a Bud che la cinge con il braccio e sorride all'ospite. Deannie riparte per il suo destino. Quando una delle amiche le chiede se è ancora innamorata di Bud, Deannie ripensa ai versi che ha imparato a scuola:

(enWilliam Wordsworth - Intimations of Immortality)
« Though nothing can bring back the hour
Of splendour in the grass, of glory in the flower
We will grieve not, rather find
Strength in what remains behind. »
(IT)
« Se niente può far che si rinnovi
all'erba il suo splendore e che riviva il fiore,
della sorte funesta non ci dorremo, ma ancor più saldi in petto
godrem di quel che resta.[1] »

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Per questo film, William Inge (che compare brevemente anche come attore nella parte di un sacerdote) ottenne nel 1962 l'Oscar alla migliore sceneggiatura originale. Natalie Wood fu candidata all'Oscar alla miglior attrice, ma il premio andò a Sophia Loren per La ciociara.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Traduzione utilizzata per il doppiaggio italiano dell'ultima scena del film.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema