Sinefrina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Sinefrina
Synephrine.svg
Nome IUPAC
4-[1-idrossi-2-(metilamino)etil]fenolo
Nomi alternativi
p-Sinefrina, Oxedrina, Simpatolo,
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare C9H13NO2
Massa molecolare (u) 167,205
Numero CAS [94-07-5]
PubChem 7172

La sinefrina è una molecola utilizzata per la perdita di peso, sebbene la sua reale efficacia sia del tutto dubbia.

È una sostanza contenuta nell'arancia amara, ed ha attività simpaticomimetica. Sembra che la sinefrina interagisca con i recettori B3 adrenergici, localizzati nel tessuto adiposo bruno. L'attivazione dei recettori porta al consumo dell'adipe, che viene convertito in calore, da cui l'attività termogenica della sinefrina. È però da evidenziare che solo nei neonati l'adipe bruna costituisce una porzione rilevante del tessuto adiposo corporeo, mentre nell'adulto le quote sono del tutto trascurabili, e comunque non sufficienti a determinare un rilevante calo ponderale.

È autorizzata dal Ministero della Salute la produzione di integratori a base di Citrus aurantium purché con avvertenze relative alla quantità di sinfrenina che non può superare i 30 mg totali se al 10%. Bisogna controllare attentamente le etichette degli integratori alimentari. Comunque lo stesso Ministero nell'elenco delle piante ammesse alla produzione, indica il citrus aurantium come utile per la motilità intestinale più che per il controllo del peso corporeo.