Seminario arcivescovile di Benevento

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il seminario arcivescovile è un edificio situato in Benevento di antiche radici storiche.

Cenni storici[modifica | modifica sorgente]

Il primo seminario fu costruito nel 1567 dal cardinale Giacomo Savelli, venne eretta in luogo di un monastero voluto dall'Ordine gerosolimitano, ed è stato il primo nel regno di Napoli ed uno dei primi in Italia.

In epoca antica annesso al seminario vi era la chiesa di Sant'Andrea fondata nel 1174, ed aperta al culto fino al 1880 anno in cui venne espropriata e demolita.

L'arcivescovo Massimiliano Palombara nipote e successore del Savelli ne affidò l'insegnamneto ai padri della Compagnia di Gesù e ne aumentò le rendite e le fabbriche annettendovi parecchi benefici semplici, prendendo dall'arcidiacono della Metropolitana a censo perpetuo di ducati 12 l'anno, diverse case e botteghe adiacenti, e per ducati 6.000 comprendo il fondo di Sant'Angelo del Pesco nell'agro beneventano.

Lavori vennero fatti da Giovan Battista Foppa e dal cardinale Orsini, che divenne in seguito papa Benedetto XIII sistemò l'edificio dopo i danni avuti dal terremoto del 1688, riedificata in piazza Emilio Papiniano lungo il corso Garibaldi di fianco all'obelisco egiziano del tempio di Iside. Dopo di lui i cardinali, Sinibaldo Doria, Serafino Cenci, Francesco Pacca, Giovanni Battista Bussi e Domenico Carafa Della Spina, momentaneamente diventato luogo di dimora per soldati nel 1862

Le rendite ricevute permisero una nuova riapertura avvenuta nel mese di 1880 grazie al cardinale Camillo Siciliano di Rende, dove nuovamente alunni vennero accolti. Il successo e l'affluenza fu tale che nell'ottobre del 1888 si aprì un secondo piano. Il seminario fu poi negli anni 1950 trasferito dov'è ora la caserma allievi carabinieri.

In tempi recenti[modifica | modifica sorgente]

Fu poi eretto nel 1990 un nuovo fabbricato al viale Atlantici che fu benedetto da Giovanni Paolo II, in occasione della sua visita in città il 2 luglio.[1]

Il vecchio edificio sito in via Giovanni De Vita è dal 2006 sede dell'Archivio di Stato di Benevento[2].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Vatican
  2. ^ L'Archivio di Stato di Benevento. URL consultato il 19-07-2010.