Gazzada Schianno

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Schiano)
Gazzada Schianno
comune
Gazzada Schianno – Stemma Gazzada Schianno – Bandiera
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
Provincia Provincia di Varese-Stemma.png Varese
Amministrazione
Sindaco Cristina Bertuletti (Lega Nord e indipendenti) dal 25/05/2014 (2º mandato)
Territorio
Coordinate 45°47′00″N 8°49′00″E / 45.783333°N 8.816667°E45.783333; 8.816667 (Gazzada Schianno)Coordinate: 45°47′00″N 8°49′00″E / 45.783333°N 8.816667°E45.783333; 8.816667 (Gazzada Schianno)
Altitudine 368 m s.l.m.
Superficie 4,75 km²
Abitanti 4 710[1] (31-12-2010)
Densità 991,58 ab./km²
Frazioni Schianno
Comuni confinanti Brunello, Buguggiate, Lozza, Morazzone, Varese
Altre informazioni
Cod. postale 21045
Prefisso 0332
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 012073
Cod. catastale D951
Targa VA
Cl. sismica zona 4 (sismicità molto bassa)
Cl. climatica zona E, 2 652 GG[2]
Nome abitanti schiannesi e gazzadesi
Patrono S. Croce (Gazzada) e S. Giorgio (Schianno)
Giorno festivo 14 settembre e 23 aprile
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Gazzada Schianno
Posizione del comune di Gazzada Schianno nella provincia di Varese
Posizione del comune di Gazzada Schianno nella provincia di Varese
Sito istituzionale

Gazzada Schianno (La Gagiàva e Sc'iàn in dialetto varesotto[3]) è un comune italiano di 4.710 abitanti della provincia di Varese in Lombardia.

Monumenti e luoghi di interesse[modifica | modifica sorgente]

Per la storia della diffusione della fede cattolica e degli edifici sacri vedi anche[4]

Edilizia religiosa[modifica | modifica sorgente]

  • Chiesa di Santa Croce (patrono di Gazzada)
  • Chiesa di San Giorgio Martire (patrono di Schianno)
  • Chiesa di Santa Maria Assunta e Immacolata (Gazzada)
  • Chiesa di Santa Maria Assunta (Schianno)
  • Chiesa dei Santi Cosma e Damiano (Schianno)

Esisteva anche la Chiesa di San Bernardino, ormai distrutta, ove ora c'è la piazza San Bernardino.

Edilizia civile[modifica | modifica sorgente]

  • Villa Cagnola, complesso monumentale del secolo XVII oggi di proprietà della Sede Apostolica,ospita l'Istituto Superiore di Studi Religiosi, un centro convegni e un ristorante. All’interno della Villa monumentale è contenuta la “Collezione Cagnola”, costituita da dipinti dei più grandi maestri dal XIII al XIX secolo, da arazzi, sculture, placchette di bronzo, mobili, maioliche e porcellane delle più importanti manifatture d’Europa, oltre a una preziosa collezione di ceramiche orientali. A far da cornice, un parco collinare dove è possibile ammirare alberi imponenti e pregiati quali; i cedri del Libano, i cedri dell’Himalaya, il cedro d’Atlante, Liriodendron Tulipifera, magnolie e rovere secolari, platani imponenti, faggi rossi, sequoie.
  • La Villa De Strens, ora adibita a edificio municipale.

Società[modifica | modifica sorgente]

Evoluzione demografica[modifica | modifica sorgente]

Abitanti censiti[5]

Amministrazione[modifica | modifica sorgente]

Gemellaggi[modifica | modifica sorgente]

Sport[modifica | modifica sorgente]

Dall'estate 2006 ha sede a Gazzada Schianno il Basketball Club 7 Laghi, che ha partecipato al campionato di C Regionale di pallacanestro dal 2000 fino al 2009, quando ha conquistato la promozione in C Dilettanti al termine dei play-off di categoria vinti partendo dal terzo posto in stagione regolare. I colori sociali sono il giallo e il blu e la società attua un'ampia attività di settore giovanile. Il 7 Laghi U17 si è classificato 2º alle finali provinciali. Nella stagione 2010/11 il 7Laghi U15 dopo un terzo posto nella stagione regolare, ha battuto ai playoff la Sportlandia Tradate e si è aggiudicato l'accesso alle Final four del campionato dove ha conquistato il terzo posto. Nella stagione 2012/2013 il 7Laghi U15 si è classificato terzo alle finali provinciali. Nella stagione 2012/2013 il 7Laghi U17 si è aggiudicato il secondo posto alle finali provinciali. Per questa U17 sono seguiti due successi importanti contro Urania Milano campioni di Milano e contro Mortara campioni regionali che gli hanno permesso di accedere alle finali regionali. In queste finali regionali hanno ottenuto due successi contro Tradate e Como, perdendo l'ultima partita contro Vismara Milano giocata sino all'ultimo secondo, conquistando comunque un ottimo secondo posto regionale.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Dati comunali - Popolazione residente al 31 dicembre 2011.
  2. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF) in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Ente per le Nuove Tecnologie, l'Energia e l'Ambiente, 1 marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  3. ^ AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani, Milano, GARZANTI, 1996, p. 300.
  4. ^ Vaccaro, Chiesi, Panzera, 2003, 173, 179, 343, 354, 372nota.
  5. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Luciano Vaccaro, Giuseppe Chiesi, Fabrizio Panzera, Terre del Ticino. Diocesi di Lugano, Editrice La Scuola, Brescia 2003.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]