Sacoglossa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Sacoglossa
Oxynoe olivacea.Oolivacea Mgiangrasso enhanced.jpg
Oxynoe olivacea
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Mollusca
Subphylum Conchifera
Classe Gastropoda
Sottoclasse Orthogastropoda
Superordine Heterobranchia
Ordine Opisthobranchia
Sottordine Sacoglossa
(von Ihering, 1876)
Superfamiglie

I sacoglossi (Sacoglossa (von Ihering, 1876)) sono un sottordine di molluschi gasteropodi dell'ordine Opisthobranchia.

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

La classificazione di Ponder e Lindberg (1997) [1], alla quale si attiene la versione italiana di wikipedia, suddivide il sottordine Sacoglossa in quattro superfamiglie:

Nella classificazione filogenetica proposta da Bouchet & Rocroi (2005) [2] il clade Sacoglossa comprende solo 3 superfamiglie, secondo il seguente schema:

  • Subclade Oxynoacea
    • Superfamiglia Oxynooidea
      • Oxynoidae
      • Volvatellidae
      • Juliidae
  • Subclade Placobranchacea
    • Superfamiglia Placobranchoidea Gray, 1840
    • Superfamiglia Limapontioidea
      • Caliphyllidae
      • Limapontiidae (comprende: Oleidae, Stiligeridae)
      • Hermaeidae

In questo nuovo schema tassonomico la superfamiglia Cylindrobulloidea è assegnata al "sister group" Cylindrobullida [3]. La famiglia Elysiidae è considerata sinonimo di Placobranchidae mentre le famiglie Oleidae e Stiligeridae sono assorbite nella famiglia Limapontiidae.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

La maggior parte dei Sacoglossa (con l'eccezione delle specie appartenenti alle famiglie Volvatellidae, Oxynoidae e Juliidae) sono prive di conchiglia.

Alcune specie di Sacoglossi, come per esempio quelle appartenenti alla famiglia Elysiidae, hanno livree molto colorate il che può indurre a considerarli, erroneamente, come appartenenti al sottordine Nudibranchia.

Le conchiglie di alcune specie di Volvatellidae e di Oxynoidae assomigliano a quelle di alcuni Cephalaspidea.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Ponder W. & Lindberg D.R., Towards a phylogeny of gastropod molluscs; an analysis using morphological characters in Zoological Journal of the Linnean Society, 1997; 119: 83-265.
  2. ^ Bouchet P. & Rocroi J.-P. (Ed.); Frýda J., Hausdorf B., Ponder W., Valdes A. & Warén A. 2005. Classification and nomenclator of gastropod families. Malacologia: International Journal of Malacology, 47(1-2). ConchBooks: Hackenheim, Germany. ISBN 3-925919-72-4. Issn = 0076-2997. 397 pp. http://www.vliz.be/Vmdcdata/imis2/ref.php?refid=78278
  3. ^ Discussion in the Seaslug Forum : Ascobulla, Cylindrobulla

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Egidio Trainito, Nudibranchi del Mediterraneo. Guida al riconoscimento dei molluschi opistobranchi, 2005ª ed., Milano, Il Castello, 2005, ISBN 88-8039-438-X.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

molluschi Portale Molluschi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di molluschi