Reietti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando la razza di Warcraft, vedi Reietti (Warcraft).

Nella saga fantasy La Ruota del Tempo dello scrittore statunitense Robert Jordan, i Reietti (che si definiscono tra di loro come i Prescelti) sono i campioni dell’Ombra, nemici del Drago Rinato, Rand al'Thor e degli altri campioni della Luce. I tredici Reietti sono tutti incanalatori potentissimi dell’Unico Potere; nell’Epoca Leggendaria comandarono le forze dell’Ombra contro gli Aes Sedai, ma al termine della cosiddetta Guerra dell'Ombra restarono imprigionati a Shayol Gul assieme al loro padrone, il Tenebroso. Dopo tremila anni, a causa dell’indebolimento e rottura dei sigilli che imprigionano l’Ombra, i Reietti si sono risvegliati da un sonno più o meno inquieto e sono tornati a tormentare il mondo.

Circa venticinque persone nell'Epoca Leggendaria poterono fregiarsi del titolo di Prescelto, ma a causa dei continui intrighi ed assassinii perpetrati tra di loro o dei sospetti da parte del Tenebroso, solo tredici sono sopravvissuti, essi sono: Ishamael, Lanfear, Demandred, Graendal, Sammael, Semirhage, Rahvin, Moghedien, Aginor, Mesaana, Asmodean, Balthamel e Be'lal.

Dopo la loro morte nei primi libri della saga: Ishamael è stato reincarnato da Shai'tan in Moridin, Lanfear in Cyndane, Aginor in Osan'gar/Dashiva, Balthamel in Aran'gar/Halima: questi sono chiamati i Nuovi Reietti. Rahvin e Be’lal invece sono stati cancellati dal disegno con il Fuoco Malefico e quindi non è possibile per loro essere reincarnati; ad Asmodean invece non è stato concesso di reincarnarsi, a causa del suo aiuto involontario al Drago Rinato. Moghedien e Cyndane sono controllate da Trappole Mentali detenute da Moridin, che è stato nominato anche Nae'blis, il capo dei Reietti.

Alla fine del libro XIII erano rimasti apparentemente in vita solo sei Reietti: Moridin (che sta organizzando le forze dell'Ombra per la Battaglia Finale), Demandred (di cui si ignorano completamente i piani e la collocazione), Mesaana (la cui mente è però stata distrutta) e forse Graendal (salvatasi dal Fuoco Infernale ma punita nell'epilogo per aver nel frattempo ucciso Aran'gar), Cyndane e Moghedien (queste ultime due ancora legate a delle Trappole Mentali detenute da Moridin).

Nel prologo del Libro XIV si scopre che Graendal, dopo essere stata brutalmente uccisa, come ulteriore punizione è stata reincarnata in Hessalam, una Reietta nel corpo di una donna dalle fattezze disgustose. Inoltre si viene a sapere che Shaitan ha deciso di innalzare Mazrim Taim al grado di Prescelto, con il nome di M'Hael. Alla fine della battaglia finale gli unici Reietti rimasti in vita sono Graendal e Moghedien, unica a non essere mai morta, ma sono entrambe sotto potenti costrizioni.

Fonti principali al di fuori della saga[modifica | modifica sorgente]