Passerella

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La passerella è una struttura orizzontale o moderatamente inclinata, che congiunge due siti separati, consentendo il camminamento alle persone.

Teatro[modifica | modifica wikitesto]

Moda[modifica | modifica wikitesto]

Indossatrici in passerella, durante una sfilata di moda.

Nella moda, la passerella descrive una passatoia rialzata, sulla quale gli indossatori si esibiscono, durante una sfilata di moda, per presentare i nuovi capi di abbigliamento[1]. Nei paesi di lingua inglese il termine con cui si fa riferimento alla passerella è catwalk che in italiano si può tradurre come camminata del gatto. Questo termine deriva dal modo in cui le indossatrici sfilano, mettendo sempre un piede di fronte all'altro, mimando la tipica andatura felina.

Documentario[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1993 è stato realizzato il documentario Catwalk dal regista Robert Leacock. Il documentario presentato nel 1996 segue le modelle Christy Turlington, Naomi Campbell, Yasmin Le Bon, Kate Moss, e Carla Bruni nella loro vita sopra e fuori dalla passerelle, durante la settimana della moda di Londra, Milano, Parigi, e New York. Il film girato in parte in bianco e nero ed in parte a colori, vede la partecipazione di alcuni stilisti come John Galliano, Karl Lagerfeld, e Gianni Versace quattro anni prima della sua morte.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ runway, 3.b

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

moda Portale Moda: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di moda