Operazione Frequent Wind

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Operazione Frequent Wind
parte della Guerra del Vietnam
Alcuni profughi vietnamiti scendono da un elicottero statunitense durante l'Operazione Frequent Wind
Alcuni profughi vietnamiti scendono da un elicottero statunitense durante l'Operazione Frequent Wind
Data 29 - 30 aprile 1975
Luogo Saigon
Esito Operazione di soccorso ed esodo di circa 7.000 persone riuscita
Schieramenti
Comandanti
Commander Task Force 76 Van Tien Dung
Effettivi
Più di 7.000 Più di 100.000
Perdite
2 marine morti
2 marine dispersi in mare
Nessuna
Voci di operazioni militari presenti su Wikipedia

L'Operazione Frequent Wind fu un'evacuazione tramite elicotteri di civili americani e sud-vietnamiti dalla capitale Saigon, avvenuta tra il 29 ed il 30 aprile 1975 a seguito della offensiva dei Viet Cong giunti fino nella capitale, e che segnò di fatto la fine della guerra del Vietnam.

Il piano di evacuazione di civili americani e di paesi terzi da Saigon era stato previsto già da diversi anni prima del suo effettivo conseguimento ed aveva come nome in codice operazione Talon Vise, che venne tuttavia modificato in Perfect Wind successivamente. Il piano prevedeva l'evacuazione ed il trasporto di circa 8.000 persone tra le quali però non erano contemplati i fuggitivi sud-vietnamiti, calcolati in circa 17.000 persone tra impiegati nelle Ambasciate ed in altri uffici americani. Esso contemplava quattro possibili opzioni per l'operazione di evecuazione e soccorso:

I preparativi a terra per l'evacuazione vennero organizzati da un apposito centro denominato Evacuation Control Center reso operativo a partire dal 1º aprile.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]