OpenType

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

OpenType è un formato di carattere tipografico vettoriale per computer, sviluppato da Microsoft Corporation e successivamente anche da Adobe Systems. Il primo annuncio di questo formato comparve nel 1996 e il primo rilascio di un numero significativo di font si ebbe nel 2000-2001. Adobe ha completato la conversione della sua intera libreria di font in OpenType all'incirca alla fine del 2002.

OpenType è stato concepito dalle società Microsoft e Adobe Systems quale successore dei loro preesistenti formati di carattere tipografico e che, sino ad allora, si contendevano i favori del mercato. Stiamo parlando dei caratteri: TrueType (sviluppato dalla Apple e dalla Microsoft) e del PostScript Type 1 (creato dalla Adobe). Essenzialmente il nuovo formato si basa sulla struttura generale sfnt di un font TrueType, ma permette di avere sia i profili TrueType che quelli PostScript (sebbene siano contenuti nel formato CFF/Type 2).

OpenType ha molte caratteristiche rilevanti:

  • la codifica del font è basata su Unicode e quindi si può utilizzare il font per qualsiasi lingua o per più lingue allo stesso tempo;
  • i documenti che utilizzano questi font sono indipendenti dalla piattaforma (cross-platform) e possono essere utilizzati sia su sistemi Macintosh che Windows;
  • ogni font OpenType può avere fino a 65 536 glifi;
  • i font possono contenere caratteristiche tipografiche avanzate, che permettono un corretto trattamento tipografico dei linguaggi complessi che non utilizzano i caratteri romani. Mentre per le lingue con alfabeti romani si possono ottenere effetti tipografici avanzati.

OpenType non è il primo tentativo di risolvere parte di questi problemi. Il formato di font GX Typography, di proprietà della Apple Computer, assolve a questi stessi compiti ed esiste tuttora come Apple Advanced Typography o AAT. Comunque, OpenType ha avuto un successo commerciale maggiore rispetto a GX/AAT.

editoria Portale Editoria: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di editoria