Nascondino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nascondino
Regole
N° giocatori 3+
Requisiti
Età 2+
Preparativi Nessuno
Durata A discrezione dei giocatori
Aleatorietà Medio-Bassa
Jan Verhas Nascondino

Il nascondino è un tradizionale gioco da bambini; lo si gioca in genere all'aperto, in gruppi numerosi. Una sua variante altrettanto nota è il rimpiattino.

Varianti[modifica | modifica wikitesto]

Come la maggior parte dei giochi da bambini tradizionali, nascondino è noto in molti paesi e secondo una grande quantità di varianti. La variante principale di nascondino è Sardina (o "Nascondino al contrario"), così chiamato perché al termine del turno i giocatori sono tutti nascosti in un unico luogo, stretti appunto come sardine. Infatti tutti i giocatori contano, al di fuori di nascondersi. Terminata la conta ogni giocatore (non in gruppo) inizia la ricerca del giocatore nascosto. Una volta individuato il giocatore deve nascondersi insieme a questo senza farsi scoprire dal resto del gruppo. L'ultimo che avrà scovato il nascondiglio perde la manche e dovrà nascondersi al turno successivo.

Il rimpiattino è il moderno nascondino, in cui il giocatore che "sta sotto" deve toccare gli avversari per catturarli, anziché solamente individuarli. Il rimpiattino è a sua volta una variante del più semplice gioco di questa famiglia. Nasce in Italia e in Spagna e poi si è espanso in tutto il mondo.

A Papanice, si gioca al "Gioco delle Sette Pietruzze". Anche in questo gioco il giocatore che sta sotto deve toccare gli avversari con la palla. Il gioco inizia mettendo una sull'altra sette pietre piatte, un ragazzo si mette a gambe divaricate al di sopra delle sette pietre mentre un altro con il pallone deve cercare di farle cadere. Se le pietre cadono il ragazzo che sta a gambe divaricate deve colpire tutti gli altri con palla. Nello stesso tempo se uno dei fuggitivi riesce a rimettere una sull'altra le sette pietre, senza farsi colpire dalla palla, vincono i fuggitivi.

È molto divertente per i più piccini.

Regole particolari:

Nel caso in cui il giocatore che in quel turno è il custode della "Tana" erroneamente nomini come "tanato" un giocatore in modo errato, questo ha un nome specifico: Allacca pullicini, in dialetto detto anche Biocca.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Giampaolo Dossena. Il grande libro dei giochi. Arnoldo Mondadori Editore, 1986. ISBN 88-04-32548-8
  • "Nascondino Personaggio principale di "http://www.nascondino.it - portale dedicato ai bambini e ai loro genitori

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]