Nascondino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nascondino
Regole
N° giocatori 3+
Requisiti
Età 2+
Preparativi Nessuno
Durata A discrezione dei giocatori
Aleatorietà Medio-Bassa
Jan Verhas Nascondino

Il nascondino è un tradizionale gioco da bambini; lo si gioca in genere all'aperto, in gruppi numerosi. Una sua variante altrettanto nota è il rimpiattino.

Varianti[modifica | modifica wikitesto]

Come la maggior parte dei giochi da bambini tradizionali, nascondino è noto in molti paesi e secondo una grande quantità di varianti. La variante principale di nascondino è Sardina (o "Nascondino al contrario"), così chiamato perché al termine del turno i giocatori sono tutti nascosti in un unico luogo, stretti appunto come sardine. Infatti tutti i giocatori contano, al di fuori di nascondersi. Terminata la conta ogni giocatore (non in gruppo) inizia la ricerca del giocatore nascosto. Una volta individuato il giocatore deve nascondersi insieme a questo senza farsi scoprire dal resto del gruppo. L'ultimo che avrà scovato il nascondiglio perde la manche e dovrà nascondersi al turno successivo.

Il rimpiattino è il moderno nascondino, in cui il giocatore che "sta sotto" deve toccare gli avversari per catturarli, anziché solamente individuarli. Il rimpiattino è a sua volta una variante del più semplice gioco di questa famiglia Nasce in Italia e in spagna e poi si è espanso in tutto il mondo.

A Papanice, si gioca al "Gioco delle Sette Pietruzze". Anche in questo gioco il giocatore che sta sotto deve toccare gli avversari con la palla. Il gioco inizia mettendo una sull´altra sette pietre piatte, un ragazzo si mette a gambe divaricate al di sopra delle sette pietre mentre un altro con il pallone deve cercare di farle cadere. Se le pietre cadono il ragazzo che sta a gambe divaricate deve colpire tutti gli altri con palla. Nello stesso tempo se uno dei fuggitivi riesce a rimettere una sull´altra le sette pietre, senza farsi colpire dalla palla, vincono i fuggitivi.

È molto divertente per i più piccini.

Regole particolari:

Nel caso in cui il giocatore che in quel turno è il custode Della "Tana", erroneamente nomina come "Tanato" un giocatore in modo errato ha un nome specifico: Allacca pullicini, in dialetto detto anche Biocca.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Giampaolo Dossena. Il grande libro dei giochi. Arnoldo Mondadori Editore, 1986. ISBN 88-04-32548-8
  • "Nascondino Personaggio principale di "http://www.nascondino.it - portale dedicato ai bambini e ai loro genitori

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]