MultiFinder

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

MultiFinder è un'estensione del software disponibile per il sistema operativo System 6 sviluppato per i computer Macintosh. Aggiungeva la possibilità al sistema operativo di implementare il multitasking cooperativo. Quindi consentiva a più applicazioni contemporaneamente di funzionare. Senza il MultiFinder il System 6 era in grado di eseguire al massimo una applicazione per volta. Con la versione 7 del System il MultiFinder venne incluso nel sistema operativo.

Il MultiFinder nasce ovviamente per rispondere a una delle principali richieste degli utenti. Ma la sua storia merita una piccola digressione. Durante lo sviluppo del Macintosh i progettisti Apple decisero di abbandonare il multitasking sviluppato per il sistema operativo del Lisa per via della scarsa memoria del computer (il primo macintosh era dotato di 128 KByte di RAM). Per consentire comunque una qualche forma di multitasking inventarono gli accessori da scrivania, programmini che utilizzando poca memoria consentivano di simulare un multitasking molto basico. Col passare del tempo i modelli Macintosh vennero dotati sempre di più memoria e quindi la limitazione tecnica iniziale venne a cadere. Per esempio il Macintosh Plus era dotato di 1 Mbyte di memoria, una quantità più che sufficiente (per l'epoca) per far funzionare due programmi contemporaneamente. Andy Hertzfeld decise di scrivere il programma Switcher. Questo programma forniva degli "scomparti" dove venivano caricate le applicazioni e poi a seconda dei comandi dell'utente provvedeva a scambiare gli scomparti in esecuzione. L'utente vedeva sulla barra superiore dello schermo delle icone che rappresentavano i programmi caricati e a seconda dell'icona che premeva lo Switcher provvedeva a commutare lo scomparto in uso. Questo programma non implementava il multitasking dato che mentre una applicazione era in esecuzione le altre erano congelate e non potevano seguire nessun tipo di elaborazione. Questa tecnica aveva vantaggi e svantaggi: era compatibile con le applicazioni Macintosh ma richiedeva modifiche radicali del sistema operativo. Dal lavoro di Hertzfeld Apple è partita per realizzare il MultiFinder.

MultiFinder ha esteso il System permettendo un vero multitasking (sebbene cooperativo). Quando una applicazione era in esecuzione le altre venivano riposte dietro la finestra dell'applicazione in esecuzione. Questo era necessario per permettere la compatibilità con le applicazioni precedenti al System 6 e era anche utile perché permetteva all'utente di avere una visione intuitiva delle applicazioni avviate ma non attive in quell'istante. Il MultiFinder si preoccupava di gestire l'allocazione della memoria per le singole applicazioni dato che la gestione della memoria implementata dal System era peculiare e creava molte limitazioni all'utente.

Il MultiFinder era un'entità separata col System 6 ma vista la sua utilità venne integrato nel System 7 e successivi. Venne eliminato solo con l'arrivo del Mac OS X che essendo un sistema operativo Unix era basato su un preempive multitasking e su una gestione della memoria molto più efficiente e moderna.

Apple Portale Apple: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Apple