Lo spettro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lo spettro
Titolo originale Lo spettro
Lingua originale italiano
Paese di produzione Italia
Anno 1963
Durata 100 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere horror
Regia Riccardo Freda (con lo pseudonimo di Robert Hampton)
Soggetto Oreste Biancoli (pseud. Robert Davidson), Riccardo Freda (pseud. Robert Hampton)
Sceneggiatura Oreste Biancoli (pseud. Robert Davidson), Riccardo Freda (pseud. Robert Hampton)
Produttore Luigi Carpentieri, Ermanno Donati (pseud. Louis Mann) per Panda Cinematografica
Fotografia Raffaele Masciocchi (pseud. Donald Green)
Montaggio Ornella Micheli (pseud. Donna Christie)
Musiche Franco Mannino (pseud. Frank Wallace)
Scenografia Mario Chiari (pseud. Sammy Fields)
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Lo spettro è un film diretto da Riccardo Freda con Barbara Steele del 1963.

È una sorta di seguito di L'orribile segreto del dr. Hichcock (1962), anche se i personaggi sono diversi e la vicenda è ambientata in un'altra epoca.

Trama[modifica | modifica sorgente]

La signora Hichcock e il suo amante, il dr. Livingston, organizzano la morte del marito di lei per impossessarsi dei suoi averi. Una volta eliminato l'uomo, i due iniziano ad essere perseguitati dal suo spettro, mentre il tesoro sembra introvabile. Ma in realtà il dr. Hichcock non è morto...

Note[modifica | modifica sorgente]

Il film venne girato nel dicembre 1962 in una villa di Roma ai Parioli in dodici giorni.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]