La politica dell'esperienza

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La politica dell'esperienza
Titolo originale The Politics of Experience and The Bird of Paradise
Autore Ronald Laing
1ª ed. originale 1967
Genere Saggio
Sottogenere Psicologia
Lingua originale inglese

La politica dell'esperienza e L'uccello del paradiso è il titolo completo (due saggi) di un libro pubblicato in lingua inglese nel 1967 dallo psichiatra scozzese Ronald David Laing. In esso viene criticata l'idea di normalità nella società moderna, cercando di dimostrare che non sono le persone ad essere malate ma il mondo.[1][2] La psicosi viene presentata come "un viaggio psichedelico di scoperta in cui i confini della percezione e la consapevolezza sono allargati". Il libro è ispirato dall'estesa sperimentazione di Laing dell'LSD.[3]

Sebbene non si fosse mai considerato un'antipsichiatra, Laing è stato definito come "il più influente e iconico tra gli antipsichiatri degli anni '60 e '70.[3][1]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Review: The Crucible of Experience: R.D. Laing and the Crisis of Psychotherapy, Canadian Journal of Sociology Online, maggio-giugno 2001. URL consultato l'8 febbraio 2013.
  2. ^ (EN) Elizabeth Day e Graham Keeley, 'Dad solved other people's problems - but not his own', The Observer, 1º giugno 2008. URL consultato l'8 febbraio 2013.
  3. ^ a b (EN) Tom Burns, Psychiatry: A Very Short Introduction, Oxford University Press, 2006, pp. 96-98.