La gota fría

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La gota fría è un vallenato[1] composto dal maestro Emiliano Zuleta Baquero nel 1938, che è diventato il simbolo mondiale di questo genere musicale.

Origine[modifica | modifica sorgente]

La canzone nacque da una controversia e da una rivalità tra, Zuleta Baquero, il maggior rappresentante del vallenato nel Dipartimento di La Guajira (Colombia), e del suo maggior imitatore, Lorenzo Morales, del dipartimento di Cesar, poiché entrambi reclamavano per se il titolo di "miglior fisarmonica" (questo termine comprende non solo l'interpretazione dello strumento, ma la composizione e la performance vocale) del paese. I due si accordarono per un duello musicale nel corso di una "parranda" (festival) nella città di Urumita. Inizio a suonare fu Zuleta, che concluse acclamato dal pubblico, al che Morales si ritirò dalla manifestazione, dichiarando di avere un improvviso malore. Come ritorsione per non aver raccolto la sfida, Zuleta scrisse La Gota fría, mettendo il rivale nel ridicolo in tutta la regione. Qualche anno più tardi finì la rivalità, e Morales e Zuleta divennero grandi amici fino alla morte di quest'ultimo nel 2005.

Diffusione[modifica | modifica sorgente]

Divenuta una delle canzoni più popolari della Costa Caraibica Colombiana, La Gota Fría fu interpretata e registrata dalla metà degli anni 40 da Guillermo Buitrago con il titolo di Qué criterio e divenne uno dei temi più popolari del folclore colombiano. Il brano tornò nuovamente alla ribalta quando nel 1969 il ministro degli Esteri, Alfonso López Michelsen (la cui nonna era valduparense, e che era stato nel 1967 il primo governatore del dipartimento di Cesar) in un dibattito al Senato utilizzò i versi della canzone per sfidare un senatore dell'opposizione. Da ciò la popolarità della canzone si estese a livello nazionale e fu interpretata da vari cantanti del genere vallenato.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ in castigliano la doppia elle ll in italiano si legge glie quindi vallenato si legge vaglienato... così come paella si legge paéglia

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Musica