Kolybrassos

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Kolybrassos (greco: Κολυβρασσός, armeno: Surp Sope) fu un'antica città bizantina della regione panfiliana chiamata Anatolia, nell'attuale Turchia meridionale. Corrisponde all’odierno villaggio di Ayasofya (dal greco Άγια Σοφία).

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il suo nome deriva dall’etnico Colybrassei, antica popolazione che abitava quest’area. Citata dal geografo Tolomeo come importante centro cittadino, nel 113 A. C., in epoca romana ospitò la legione Pontica. In epoca bizantina fu sede di un vescovato e dalla santa patrona della città assunse il nome di Άγια Σοφία (Santa Sofia). Dopo il crollo della potenza bizantina in Anatolia, nel 1199 entrò a far parte dei possedimenti del principe armeno Kervard con il nome di “Surp Sope”. Il toponimo armeno derivava direttamente dalla chiesa dedicata a Santa Sofia. Dopo quella data non si hanno più notizia della città.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • TIB 8: Hansgerd Hellenkemper und Friedrich Hild, "Lykien und Pamphylien", 2004, ISBN 3-7001-3280-8