Kill Bill

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

1leftarrow.pngVoci principali: Kill Bill vol. 1, Kill Bill vol. 2.

Kill Bill (logo).png

Kill Bill è una serie di film, composta da due volumi, scritti e diretti da Quentin Tarantino. Inizialmente avrebbe dovuto essere un unico film, ma visto che la durata superava le 4 ore, la casa di produzione Miramax Films chiese al regista di tagliare alcune scene; Tarantino propose invece di suddividerlo in due film. Kill Bill vol. 1 uscì nelle sale cinematografiche nel 2003 e Kill Bill vol. 2 nel 2004.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Personaggi di Kill Bill.

Capitoli[modifica | modifica wikitesto]

L'intera storia è divisa in dieci capitoli, cinque per film, ma non sono presentati in ordine cronologico.

In ordine di apparizione: In ordine cronologico:
  • Capitolo 3: Le origini di O-Ren
  • Capitolo 8: I crudeli insegnamenti di Pai Mei
  • Capitolo 6: Massacro ai Due Pini
  • Capitolo 2: La sposa imbrattata di sangue
  • Capitolo 4: L'uomo di Okinawa
  • Capitolo 5: Resa dei Conti alla Casa delle Foglie Blu
  • Capitolo 1: "2"
  • Capitolo 7: La tomba solitaria di Paula Schultz
  • Capitolo 9: Elle ed io
  • Capitolo 10: Faccia a faccia

Influenze[modifica | modifica wikitesto]

Il film si basa su una trama originale che, come abitudine di Tarantino, è al tempo stesso ricca di omaggi, riferimenti e citazioni più o meno esplicite di altri film, risultato della cinefilia maniacale del regista.

La scelta appare evidente a partire da alcuni attori scelti, come per esempio David Carradine (Bill), amato da Tarantino nella serie televisiva Kung Fu, ma vale lo stesso per Sonny Chiba e Gordon Liu, maestri di arti marziali del cinema orientale.

Le influenze principali cui Tarantino rende omaggio, infatti, sono:

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

La cappella del massacro.
  • Nei film, quando il nome "Beatrix" viene pronunciato dai personaggi, viene coperto da un bip; è un chiaro omaggio a Sergio Leone[1], il quale non usa mai nomi di persona per i personaggi dei suoi film; infatti sono solo "il Buono" o "il Brutto", così come Beatrix è solo "la Sposa". Solo nel secondo volume sarà svelato il nome della protagonista, anche se ad un occhio attento non sarà sfuggito il vero nome della sposa su due biglietti aerei nel primo film.
  • La cappella del massacro (Two Pines Church) non si trova ad El Paso (Texas), bensì a Lancaster (California). La chiesa fu oggetto di atti vandalici nel 2005, durante la notte di Halloween.[2]
  • Il nome in codice di Bill, Incantatore di Serpenti (menzionato solo nei titoli di coda), viene citato da Eddie il bello in Le iene.
  • Tarantino sceglie per David Carradine il nome di "Bill", lo stesso che aveva l'attore nel film America 1929 - Sterminateli senza pietà di Martin Scorsese.

Il terzo volume[modifica | modifica wikitesto]

Quentin Tarantino ha raccontato in un'intervista a Entertainment Weekly nell'aprile 2004 di aver preso in considerazione l'idea di un sequel: «Sì, inizialmente pensavo che questa sarebbe stata la mia "trilogia del dollaro". Avrei voluto realizzarne uno ogni dieci anni. Ma mi servono almeno quindici anni prima di farlo ancora. Ho già realizzato l'intera "mitologia": Sofie Fatale prenderà tutti i soldi di Bill. Prenderà Nikki, che si scontrerà con la Sposa. Nikki merita la sua vendetta tanto quanto la Sposa meritava la sua. Potrei anche girare un paio di scene subito, per poter ottenere le attrici con il loro aspetto attuale.»

Nel 2009, intervistato da Serena Dandini durante il programma Parla con me, Tarantino ha dichiarato che realizzerà il terzo volume del film. Vuole che la Sposa si riposi per almeno 10 anni e ha inoltre lasciato intuire che la figlia di Vernita Green cercherà vendetta. In seguito alla morte di Bill nel secondo film, il terzo capitolo non potrà essere intitolato Kill Bill vol.3.[3] Secondo il settimanale Film TV il terzo volume vedrà una nuova alleanza tra Elle Driver, la mutilata Sofie Fatale e la figlia di Vernita Green. Kill Bill Volume 3 sarà dunque un'altra storia di vendetta al femminile, questa volta non della Sposa ma contro la Sposa.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ [Quentin Tarantino Italia] Kill Bill volume 1 - Guida Alle Citazioni - Occidentali
  2. ^ (EN) Chiesa di Kill Bill deturpata, 7 novembre 2005. URL consultato il 29 luglio 2012.
  3. ^ Kill Bill 3 non sarà Kill Bill 3

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema