Jurij Berežko

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jurij Berežko
Jurij Berežko.jpg
Dati biografici
Nome Jurij Viktorovič Berežko
Nazionalità Russia Russia
Altezza 198 cm
Peso 90 kg
Pallavolo Volleyball (indoor) pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Schiacciatore
Squadra Dinamo Krasnodar Dinamo Krasnodar
Carriera
Squadre di club
2001-2004 VK Jaroslavič VK Jaroslavič
2004-2010 Dinamo Mosca Dinamo Mosca
2010-2011 Pallavolo Modena Pallavolo Modena
2011-2013 Zenit Kazan Zenit Kazan
2013-oggi Dinamo Krasnodar Dinamo Krasnodar
Nazionale
2005-oggi Russia Russia 215 pres.
Palmarès
 Giochi olimpici
Bronzo Pechino 2008
Oro Londra 2012
 Campionato europeo
Argento Russia 2007
 World League
Argento Katowice 2007
Bronzo Rio de Janeiro 2008
Bronzo Belgrado 2009
Argento Córdoba 2010
 Coppa del Mondo
Argento Giappone 2007
Statistiche aggiornate all'11 maggio 2013

Jurij Viktorovič Berežko (russo: Юрий Викторович Бережко, noto anche come Yury Berezhko secondo la traslitterazione inglese; Komsomol'sk-na-Amure, 27 gennaio 1984) è un pallavolista russo.

Gioca nel ruolo di schiacciatore nella Volejbol'nyj Klub Dinamo Krasnodar.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Inizia con la pallavolo nella formazione giovanile del suo paese natale, Komsomol'sk-na-Amure. Per continuare il suo processo di crescita come giocatore, a 16 anni si trasferisce a Jaroslavl' per giocare nelle file dello Jaroslavič, dove inizia ufficialmente la sua carriera.

La Dinamo Mosca e l'esordio in nazionale[modifica | modifica sorgente]

Nell’estate del 2004 firma un contratto con una delle società più importanti del panorama pallavolistico nazionale ed internazionale, la Dinamo Mosca. Nei primi anni, pur non essendo sempre schierato nella formazione titolare di partenza, riesce comunque a mettersi in mostra tanto che l’allenatore della Nazionale russa Zoran Gajic lo inserisce nella lista dei giocatori a disposizione. Il 25 giugno 2005 fa il suo debutto in nazionale nella vittoria per 3-1 contro la Nazionale finlandese. Con la sua squadra di club vince nel 2006 il Campionato russo e la Coppa di Russia e conquista il terzo posto nella Champions League 2007, le cui fasi finali vengono disputate proprio a Mosca.

2007: da esordiente a protagonista in nazionale[modifica | modifica sorgente]

Le successive apparizioni in nazionale sono fortuite, frutto degli infortuni che colpiscono alcuni uomini chiave della squadra, prima Sergey Tetyukhin poi Pavel Abramov. Ed è proprio per sostituire quest’ultimo nelle partite decisive della World League 2007 che l’allenatore russo Vladimir Alekno decide di affidarsi al giovane schiacciatore della Dinamo. Pur non avendo mai giocato a questi livelli, il giocatore regge la pressione e viene addirittura premiato come miglior schiacciatore del torneo; la squadra vince la medaglia d’argento. Ai Campionati europei che si disputano lo stesso anno viene insignito nuovamente del premio di miglior schiacciatore del torneo con il 60% di efficienza in attacco, contribuendo alla conquista della medaglia d’argento della sua squadra. Si rivela uno schiacciatore completo, affidabile in ricezione e dotato di grande varietà di colpi in attacco, cui aggiunge una potente battuta. Nella Coppa del mondo 2007 che si disputa in Giappone parte costantemente nella formazione titolare e il secondo posto ottenuto dalla selezione russa nella competizione gli permette di vincere la terza medaglia d’argento dell’anno.

2008: 3 successi con il Club e il bronzo olimpico[modifica | modifica sorgente]

Prima dell’inizio del campionato gli vengono conferiti i gradi di capitano della Dinamo Mosca. Con la sua squadra di club vince per la seconda volta Coppa e Campionato e la sua prima Supercoppa russa. In nazionale conquista due medaglie di bronzo: la prima nella World League, la seconda ai Giochi olimpici di Pechino.

Stagione 2008-2009[modifica | modifica sorgente]

Nel 2009 il giocatore vince la sua seconda Supercoppa russa. In nazionale conquista la sua seconda medaglia di bronzo nella World League e ottiene un quarto posto ai Campionati europei che si giocano in Turchia, dove viene premiato come Miglior giocatore al servizio con 12 aces in 8 partite.

2010: l’ultimo anno in Russia e l’arrivo a Modena[modifica | modifica sorgente]

La lunga esperienza del giovane schiacciatore con la maglia della Dinamo Mosca si chiude nel 2010. Poche settimane dopo aver perso la finale di Champions League contro l’italiana Trentino Volley e aver ottenuto un terzo posto finale in campionato, il giocatore decide di lasciare il Campionato russo per misurarsi con il Campionato italiano. Il 12 maggio 2010 viene ufficializzato il suo ingaggio da parte di Pallavolo Modena, con la quale firma un contratto biennale. Nell’estate 2010, nonostante alcuni problemi fisici e un leggero infortunio ne limitino l’utilizzo in nazionale, riesce comunque a disputare le partite decisive della World League, manifestazione nella quale la Russia esce sconfitta nella finalissima di Córdoba contro la nazionale brasiliana. Sempre con la maglia della nazionale ottiene un quinto posto ai Campionati Mondiali di pallavolo che si disputano in Italia.

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

2005-2006, 2007-2008, 2011-12
2006, 2008
2008, 2009, 2011, 2012
2011-12

Premi individuali[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]