John Seymour

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Stemma di John Seymour

Sir John Seymour (1474 circa – 21 dicembre 1536) era membro della piccola nobiltà inglese e cortigiano presso la corte di Enrico VII e di Enrico VIII d'Inghilterra. Fu il padre della terza moglie di Enrico VIII, Jane Seymour.

Famiglia[modifica | modifica sorgente]

Lontano discendente di Guglielmo il Maresciallo, era figlio di John Seymour (c. 1450-1491) ed Elizabeth Darrell, e aveva come nonni paterni John Seymour, Sceriffo di Wiltshire (nato nel 1425) ed Elizabeth Coker (nata nel 1436). I suoi nonni materni erano Sir George Darrell (nato nel 1451) e Margaret Stourton, figlia di John (nato nel 1433), Barone Stourton di Stourton, nel Wiltshire, e di Margery Wadham.

Combatté per Enrico VII nella Insurrezione della Cornovaglia del 1497 a Blackheath nel Kent e fu fatto cavaliere sul campo dal re.

Per Enrico VIII prese parte alla Battaglia di Guinegatte (1513) e fu presente al Campo del Drappo d'Oro[1].

Venne creato Cavaliere di banneret e fu Sceriffo di Wiltshire nel 1507, 1518 e nel 1524; e fu anche Alto Sceriffo di Somerset tra il 1515 ed il 1516. Ricevette anche il cavalierato dell'Ordine del Bagno.


Seymour was married before 1500 to , who was the daughter of , Suffolk, and his wife Anne Say. It was a good marriage since her family was more prominent than his and she was a famous beauty as well, celebrated in the poetry of John Skelton. They lived in Wulfhall, outside Savernake Forest in Wiltshire and had nine children:

John sposò prima del 1500 Margery Wentworth, figlia di Sir Henry Wentworth di Nettlestead. La bellezza della donna venne celebrata in un componimento di John Skelton. L'unione si rivelò felice e fu allietata dalla nascita di nove figli:

Seymour ebbe anche un figlio illegittimo[3]:

Seymour morì il 21 dicembre 1536. Secondo tradizione reale, sua figlia la regina Jane non assistette ai funerali.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Norton, Elizabeth (2009). Jane Seymour: Henry VIII's True Love. Gloucestershire: Amberley Publishing. p. 8.
  2. ^ p.326, The Diary of Henry Machyn
  3. ^ John Seymour". GeneAll.net. Retrieved 2011-10-26.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]