IRCnet

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

IRCnet è una rete di server IRC prevalentemente utilizzata in Europa, Asia e America.

IRCnet, come rete e servizio IRC mondiale, ha avuto un ruolo importante nell'evoluzione di Internet in Italia, essendone stata una delle reti di chat più popolari e contribuendo allo scambio di informazioni tecniche oltre che per il ruolo sociale della stessa. L'unico server rimasto attivo in Italia è quello di Tiscali: ultimo provider a fornire ancora accesso direttamente dall'Italia per gli utenti italiani a questa rete dopo che, dagli inizi del gennaio 2011, TelecomItalia ha spento i suoi storici server. ( Telecom Italia chiude il suo canale IRC. URL consultato il 12 gennaio 2011. )

Accesso IPv4:

  • irc1.tiscali.it - Admin Francesco (Francesco Messineo)
  • javairc.tiscali.it - Admin Francesco (Francesco Messineo)
  • javairc2.tiscali.it - Admin Francesco (Francesco Messineo)

È possibile accedere alla rete IRCnet dall'Italia attraverso alcuni server stranieri, denominati "open", che comunque permettono la connessione da IP italiani.

Accesso IPv4 per gli utenti italiani su server stranieri:

  • irc.atw-inter.net (server locato in Ungheria)
  • openirc.snt.utwente.nl (server locato in Olanda)
  • ircnet.eversible.com (server locato negli U.S.A.)
  • ircnet.choopa.net (server locato negli U.S.A.)

È possibile accedere ad IRCnet anche attraverso connessioni IPV6.

Accesso IPv6:

  • eu.irc6.net

La lunghezza del nickname non può superare 15 caratteri. Non hanno i servizi (services, vedi IRC), ad eccezione di NoteServ.

È da molti sconsigliata, per esempio, agli utenti inesperti di IRC, data appunto la mancanza di "services" e la relativa difficoltà a mantenere per sé un soprannome od un canale, e perché l'indirizzo IP dell'utente non è cifrato: ciò può determinare il rischio di essere oggetto di attacchi più o meno gravi da parte di altri utenti malintenzionati.

Server italiani storici non più attivi[modifica | modifica sorgente]

La storia italiana di IRCNet passa anche attraverso i suoi storici server e gli IRCop che li gestivano. Questo è un elenco dei server, non più attivi, che hanno contribuito alla diffusione della rete IRCNet in Italia.

  • irc1.tin.it (Roma) - TelecomItalia Network - Admin sap (Antonio Saponaro)
  • irc2.tin.it (Roma) - TelecomItalia Network - Admin sap (Antonio Saponaro)
  • irc3.tin.it (Roma) - TelecomItalia Network - Admin sap (Antonio Saponaro)
  • omniway.irc.it (SanMarino) - OmniWay - Admin AlterEgo (Gian Paolo Renello)
  • irc.omniway.sm (SanMarino) - OmniWay - Admin AlterEgo (Gian Paolo Renello)
  • irc6.edisontel.it (Milano) - Edisontel - Admin cleX (Emiliano Valente), sLASh (Max Gargani)
  • irc.edisontel.it (Milano) - Edisontel - Admin cleX (Emiliano Valente), sLASh (Max Gargani),Loonan
  • irc.excite.it (Cagliari) - Excite - Admin ferdy (Giuseppe Miceli)
  • irc.flashnet.it (Roma) - Flashnet - Admin Francesco (Francesco Messineo)
  • irc.eutelia.it (Arezzo) - Eutelia - Admin cleX (Emiliano Valente)
  • irc.sienanet.it (Siena) - SienaNet - Admin SkyLink (Alessandro Gragnani)
  • irc.unipi.it (Pisa) - Università di Pisa - Admin Francesco (Francesco Messineo)
  • irc.inwind.it (Roma) - Wind - Admin Plutonio (Francesco Romeo), FabrY (Fabrizio Cuseo), smoothOP (Andrea Grillini)
  • irc6.ngnet.it (Roma) - Ngnet TelecomItalia Lab - Admin Luca Cardone
  • irc.fun.uni.net (Roma) - Fun UniNet Roma - Admin corVONero (Antonino Cappelleri), Presi (Raffaele Pisapia)

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Addio a irc.tin.it: Telecom Italia abbandona l'Internet Relay Chat. URL consultato l'11 gennaio 2011.

informatica Portale Informatica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di informatica