Georges Picot

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Georges Marie René Picot (Parigi, 24 dicembre 1838Allevard, 16 agosto 1909) è stato un magistrato e storico francese.

Georges Picot.jpeg

Era figlio di Charles Picot (Orléans, 4 agosto 1795 - Parigi, 31 gennaio 1870) e Henriette Bidois (Parigi, 1799 - Parigi, 19 novembre 1862).

Fu giudice presso il Tribunale della Senna e nel 1877 fu direttore Dipartimento degli Affari Penali e di Grazia del Ministero della Giustizia. Nel 1885 provò la carriera politica presentandosi alle elezioni, ma senza successo.

La sua opera principale è Histoire des États généraux per la quale per ben due volte fu premiato dall' Académie française nel 1873 e nel 1874. Nel 1904 pubblicò una biografia di W.E. Gladstone.

Il 19 giugno 1865, a Saint-Bouize, sposò Marie Adélaïde Marthe Bachasson de Montalivet (Parigi, 9 ottobre 1844 - Parigi, 2 agosto 1914), figlia di Marthe Camille Bachasson, Conte di Montalivet e pronipote del re Luigi XV di Francia attraverso una delle sue amanti, Catherine Eléonore Bernard (1740 - 1769), dalla quale ebbe sette figli, il terzo dei quali fu il diplomatico François Georges-Picot; la quinta figlia invece fu nonna materna di Valéry Giscard d'Estaing.[1]

Nel 1878 divenne membro dell'Académie des sciences morales et politiques di cui fu segretario perpetuo a partire dal 1896.

Morì ad Allevard-les-Bains nel 1909.

Pubblicazioni[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 32057435 LCCN: n85239650