Fossa comune

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Una delle fosse del massacro di Katyń, dove l'NKVD uccise centinaia di ufficiali polacchi, poliziotti, intellettuali e prigionieri di guerra.[1]
Una fossa comune presso il campo di concentramento di Bergen-Belsen

La fossa comune è una buca destinata alla tumulazione di più cadaveri.

In passato veniva molto usata per seppellire i cadaveri di persone povere che non potevano permettersi un monumento funebre o una sepoltura individuale.

In genere, durante le guerre, viene usata per seppellire in maniera rapida i soldati e le persone cadute.

In alcuni casi, viene usata come mezzo di sepoltura di massa per tentare di occultare genocidi e altri crimini di guerra.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ George Sanford, "Katyń And The Soviet Massacre Of 1940: Truth, Justice And Memory". Routledge, 2005.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]