Ezioplasto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Ezioplasti sono cloroplasti che non sono stati esposti alla luce. Normalmente si trovano nelle piante cresciute al buio. Se una pianta viene mantenuta al buio per parecchi giorni, i cloroplasti verranno trasformati in ezioplasti. La loro caratteristica è la mancanza di pigmenti attivi, possono essere dunque considerati leucoplasti.

Corpi prolamellari[modifica | modifica sorgente]

Questi organelli vegetali, in assenza di luce, formano nello stroma (liquido o plasma plastidico) uno o più corpi prolamellari, che sono aggregazioni di corpi semicristallini costituiti di membrane tubulari, che portano i pigmenti precursori della clorofilla. I corpi prolamellari semicristallini sono molto spesso organizzati in schemi geometrici. Sono riconoscibili al microscopio dalla struttura a scacchiera.

Vengono convertiti con relativa facilità in cloroplasti attraverso l'ormone vegetale citochinina dopo l'esposizione alla luce, stimolando la sintesi di clorofilla. Durante questo processo si formano i tilacoidi organizzati in grana dai corpi prolamellari semicristallini.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]