Etolo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Nella mitologia greca, Etolo era il nome di diversi personaggi di cui si raccontano le gesta.

Il mito[modifica | modifica sorgente]

Sotto tale nome ritroviamo:

  • Etolo, figlio di Endimione e Asterodea, una ninfa, ebbe in nozze Pronoe, figlia di Forbante, con la quale procreò due figli: Aleurone e Calidone. Endimione doveva decidere quale fra i numerosi figli fosse il suo successore allora organizzò una gara dove vide uno dei fratelli di Etolo, Epeo trionfare. Alla morte del parente fu lui ad ereditare il regno. Per sbaglio uccise Apis o Api, figlio di Foroneo, e per purificarsi da tale colpa andò in esilio dove fondò l’Etolia
  • Etolo, figlio di Ossilo, egli morì giovane e per sentire l’oracolo dovettero seppellirlo all’interno della porta che conduceva in città, questo perché aveva predetto che non doveva essere sepolto né dentro né fuori la città.
  • Etolo, padre di Palemone. A questo mito si ritrova un errore di Apollodoro.

Interpretazione e realtà storica[modifica | modifica sorgente]

La sua vita sarà simile a quella di suo figlio, anche lui fuggirà dalla città natale per avere ucciso un innocente anche se per errore.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Fonti[modifica | modifica sorgente]

Moderna[modifica | modifica sorgente]

  • Luisa Biondetti, Dizionario di mitologia classica, Milano, Baldini&Castoldi, 1997. ISBN 978-88-8089-300-4.
  • Robert Graves, I miti greci, Milano, Longanesi. ISBN 88-304-0923-5.
  • Angela Cerinotti, Miti greci e di roma antica, Prato, Giunti, 2005. ISBN 88-09-04194-1.
  • Anna Ferrari, Dizionario di mitologia, Litopres, UTET, 2006. ISBN 88-02-07481-X.
  • Anna Maria Carassiti, Dizionario di mitologia classica, Roma, Newton, 2005. ISBN 88-8289-539-4.
  • Pierre Grimal, Enciclopedia della mitologia 2ª edizione, Brescia, Garzanti, 2005. ISBN 88-11-50482-1. Traduzione di Pier Antonio Borgheggiani
mitologia greca Portale Mitologia greca: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mitologia greca