Epson HX-20

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
un modello di Epson HX-20

Lo Epson HX-20 viene considerato il primo computer portatile.

Fu presentato nel novembre 1981 ma le vendite iniziarono nel 1983. È oggi considerato un oggetto di grande valore tra gli appassionati di retrocomputing. Aveva le dimensioni di un foglio A4 e pesava circa 1,6 kg. Era dotato di tastiera, un display LCD da 120x32 pixel una piccola stampante ad aghi (simile a quelle delle calcolatrici da tavolo); era alimentato da accumulatori nichel-cadmio.

Il processore era un Two Hitachi con velocità 0,7 MHz, presentava nel retro una porta RS-232 per la stampante. Era l'unico sistema a quel tempo ad essere dotato di un registratore a microcassette. Il registratore a nastro poteva essere sostituito da una cartuccia ROM.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Informatica Portale Informatica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Informatica