Efelidi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Le efelidi, da non confondere con le lentiggini, sono piccole macchie brune, rotonde o ovali, a superficie piana, non rilevate, non infiltrate. Sono presenti principalmente nelle zone esposte alla luce, soprattutto sul volto.

Non compaiono sulle mucose o sulla pelle non colpita dalla luce, e cambiano di intensità a seconda della stagione. In estate sono più visibili, mentre si attenuano in inverno.

È possibile rendere migliore l'aspetto delle efelidi applicando creme schiarenti e leggeri peeling.

Le efelidi compaiono principalmente nelle persone con capelli rossi o biondi, e negli individui del primo o secondo fototipo.[1]

Nella sindrome di Peutz-Jeghers macule simili ad efelidi compaiono in zone dove normalmente le efelidi non sono presenti.[2]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Alberto Giannetti, "Trattato di dermatologia", Piccin, 2001, vol.IV, cap.85, p.2. ISBN 8829915491
  2. ^ Mario Raso, "Trattato di anatomia patologica clinica", Piccin, 1981, p.107. ISBN 882120927X
medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina