Cubomedusae

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Cubomedusa
Carybdea marsupialis.jpg
Carybdea marsupialis
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Ramo Radiata
Phylum Cnidaria
Classe Cubozoa
Ordine Cubomedusae
Haeckel, 1880
Sinonimi

Carybdeida Claus, 1886

Le cubomeduse, dette anche vespe di mare, sono un ordine di Cnidari, considerati i più pericolosi per l'uomo. Le specie più pericolose vivono soprattutto nei mari australiani. Nel mar mediterraneo vive la specie Carybdea marsupialis.

Apparato sensoriale[modifica | modifica sorgente]

Le specie appartenenti a questo ordine posseggono sei organi visivi (ropali). Come tutti i Celenterati, sono prive di un sistema nervoso centrale; l'integrazione delle informazioni sensoriali avviene molto probabilmente attraverso una rete neurale.

Pericolosità[modifica | modifica sorgente]

Le specie più pericolose di Cubomedusae sono chiamate in italiano "vespe di mare'".

La Cubomedusa più grande e pericolosa è la Chironex fleckeri, tipica delle acque australiane.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

La Cubomedusa appare nel film "Sette anime"; ha infatti un ruolo chiave nel progetto del protagonista, interpretato da Will Smith.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Servizio, corredato di fotografie, del quotidiano 'Repubblica' su un caso di attacco all'uomo da parte di una cubomedusa, in cui la vittima è sopravvissuta.

Note[modifica | modifica sorgente]