Crisi atoniche

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Crisi atoniche
Codici di classificazione
ICD-9-CM (EN) 345.0
ICD-10 (EN) G40.3

Le crisi atoniche sono forme di epilessia caratterizzate da perdita temporanea del tono muscolare.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Le crisi atoniche possono essere parziali o generalizzate; nel primo caso, il tono muscolare scompare a livello di un distretto corporeo isolato con, ad esempio, perdita di controllo di un arto o caduta del capo, nel secondo la scomparsa del tono è generalizzata, con caduta a terra per crollo della muscolatura posturale e degli arti inferiori.

Occorre inoltre specificare che mentre le crisi atoniche di lunga durata possono associarsi a perdita di coscienza (crisi complessa), in quelle di breve durata la coscienza può rimane integra (crisi semplice). Nei casi di crisi atoniche dell'intero soma, non raramente si associa una repentina perdita di coscienza, con ripresa graduale, ottundimento del sensorio ed automatismi.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • C. Loeb, E. Favale, Neurologia di Fazio Loeb, Roma, Società Editrice Universo, 2003, ISBN 88-87753-73-3.
  • B. Bergamasco, R. Mutani, La neurologia di Bergamini, Torino, Cortina, 2007, ISBN 88-8239-120-5.
  • Allan H. Ropper, Robert H. Brown, Adams & Victor - Principi di neurologia, McGraw-Hill Companies, 2006, ISBN 88-386-3909-4.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina