Collo di bottiglia (ingegneria)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

In ingegneria, il collo di bottiglia o col d'oca è un fenomeno che si verifica quando le prestazioni di un sistema o le sue capacità sono fortemente vincolate da un singolo componente. Il componente viene spesso chiamato anch'esso collo di bottiglia o punto del collo di bottiglia. Il termine è una metafora del collo di bottiglia reale, che limita il flusso d'uscita dell'acqua.

Collo di bottiglia dovuto alla RAM

Formalmente, un collo di bottiglia è il punto in cui il sistema ha le minori performance tra un insieme di punti da percorrere. I colli di bottiglia per definizione devono essere limitati e per fare questo gli sviluppatori di sistemi effettuano il massimo sforzo possibile.

In informatica[modifica | modifica wikitesto]

In informatica, il ramo che esamina i colli di bottiglia è detto analisi delle prestazioni. Quest'analisi è spesso effettuata tramite i cosiddetti profilatori, che sono degli strumenti appositi.

Nell'industria[modifica | modifica wikitesto]

Un impianto sufficientemente complesso, come una raffineria di petrolio, consiste di diversi componenti che raramente hanno caratteristiche esattamente complementari. È spesso necessario modificare l'operazione dell'impianto completo a seguito di direttive dei dirigenti, per esempio produrre più benzina o più gasolio; queste modifiche sono solitamente limitate da colli di bottiglia, per esempio l'unità il cui limite di produzione viene raggiunto per primo e che determina il limite per l'intero impianto. L'identificazione dei colli di bottiglia è il primo passo per identificare quali unità devono essere modificate od ottimizzate per poter aumentare le capacità dell'impianto.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

ingegneria Portale Ingegneria: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di ingegneria