Cavalli selvaggi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Cavalli selvaggi
Titolo originale All the Pretty Horses
Autore Cormac McCarthy
1ª ed. originale 1992
Genere romanzo
Sottogenere western
Lingua originale inglese
Ambientazione Texas, Messico

Cavalli selvaggi è un romanzo dello scrittore statunitense Cormac McCarthy pubblicato nel maggio 1992. È il primo romanzo della Trilogia della frontiera.

Il libro è stato adattato come film nel 2000 da Billy Bob Thornton con il titolo di Passione ribelle.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Il romanzo racconta di John Grady Cole, un cowboy sedicenne cresciuto nel ranch dei nonni nel Texas occidentale. La storia inizia subito dopo la morte ed il funerale del nonno di John Grady, quando il ragazzo apprende che il destino del ranch è quello di essere venduto. Di fronte alla prospettiva di trasferirsi in città, John Grady invece sceglie di fuggire, convincendo il suo migliore amico, Lacey Rawlins ad accompagnarlo nella sua avventura. La coppia di ragazzi decide di mettersi in viaggio per raggiungere a cavallo il Messico, con la speranza di trovare lavoro come cowboy.

Poco prima di attraversare la frontiera messicana, i due incontrano un ragazzo che dice di chiamarsi Jimmy Blevins. Apparentemente tredicenne, Blevins afferma di essere più grande, ma le sue vere origini e il suo vero nome non vengono mai chiarite. Il cavallo del giovanissimo Blevins è un baio enorme e fin troppo bello per appartenere ad un vagabondo, tuttavia il ragazzo insiste sulla sua proprietà. Tempo dopo aver attraversato la frontiera con il Messico, un improvviso temporale terrorizza oltremodo Blevins, che fugge per mettersi al riparo, perdendo il cavallo, la pistola e quasi tutto il resto dei suoi oggetti personali.

Dopo la tempesta, Blevins convince i due compagni di andare al villaggio più vicino per cercare di ritrovare il suo bellissimo baio, dato che è stato sicuramente preso da qualcuno. Trovato il cavallo, Blevins riesce a recuperarlo, ma, poco fuori dal villaggio, i tre si accorgono di essere inseguiti e fuggono. Blevins, molto più veloce dei due compagni, decide di separarsi da Rawlins e John Grady, aiutandoli così a togliersi dal pericolo di essere catturati come ladri di cavalli.

Rawlins e John Grady continuano il loro viaggio in direzione sud e riescono a trovare lavoro in un grande ranch. John Grady, grazie alla sua eccezionale abilità nel domare i cavalli selvaggi, si guadagna anche la stima del ricco proprietario del ranch, che lo porta in casa e gli assegna migliori mansioni. Intanto John si avvicina sempre più ad Alejandra, la bellissima figlia del proprietario del ranch, con la quale inizia una relazione sentimentale.

Blevins lavora per un breve periodo di tempo, poi decide di ritornare al villaggio dove gli era stato rubato il cavallo, questa volta con l'intento di recuperare la sua pistola Colt. Nel corso della sua azione, Blevins spara e uccide un uomo. Le autorità messicane catturano Blevins e quindi riescono a rintracciare Rawlins e John Grady, considerati complici del giovanissimo assassino e ladro di cavalli. Tempo addietro il proprietario del ranch aveva protetto i due ragazzi dalle indagini, ma, dopo aver scoperto la relazione segreta fra John e la figlia Alejandra, li consegna ai poliziotti messicani.

Le autorità decidono di imprigionare i tre giovani, senza che ci sia stato un regolare processo. Durante una sosta nel trasferimento in camion verso il carcere, con la complicità delle guardie messicane, il fratello dell'uomo ucciso da Blevins si vendica, uccidendo a sangue freddo il ragazzo.

Detenuti in carcere, Rawlins e John Grady devono subire in silenzio la violenza degli altri prigionieri, che agiscono indisturbati senza intervento da parte delle guardie carcerarie. Per proteggersi dagli attacchi John Grady riesce ad acquistare un coltello, e, grazie alla sua arma, uccide un giovane che voleva assassinarlo durante la pausa in mensa.

Nel frattempo Alejandra scopre che Rawlins e John Grady sono detenuti e convince la zia a liberare i due ragazzi, in cambio della promessa di non rivedere mai più John Grady. A seguito del pagamento di una somma di denaro i ragazzi vengono rilasciati: Rawlins ritorna subito negli Stati Uniti, mentre John Grady cerca di rivedere nuovamente Alejandra. Dopo un breve incontro, Alejandra decide di mantenere la promessa fatta alla famiglia e rifiuta la proposta di matrimonio di John Grady. Grady, deluso dall'addio di Alejandra, recupera il suo cavallo ed i cavalli di Blevins e Rawlins, e prende in ostaggio il capitano della polizia che aveva consentito l'assassinio di Blevins.

Inseguito, John Grady prova a far perdere le sue tracce, ma alla fine deve liberare il suo prigioniero, ed a sua volta viene lasciato andare dai suoi inseguitori. Infine il ragazzo attraversa di nuovo il fiume che segna il confine con gli Stati Uniti, dove cercherà di trovare il proprietario originario del cavallo di Blevins.

Edizioni[modifica | modifica sorgente]