Cattedrale dell'Ascensione (Almaty)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Cattedrale dell'Ascensione, Almaty
La Cattedrale dell'Ascensione
La Cattedrale dell'Ascensione
Stato Kazakistan Kazakistan
Oblys Алматы облысы герб.png Oblys di Almaty
Località Coat of arms of Almaty.svg Almaty
Religione ortodossa
Diocesi metropolia di Astana e Almaty
Architetto Constantin Abramovich Borisoglebskogo
Inizio costruzione 1904
Completamento 1907

La cattedrale dell'Ascensione (in russo: Вознесенский собор) è la cattedrale ortodossa di Almaty, in Kazakistan, e concattedrale della metropolia di Astana e Almaty.

Cenni storici ed artistici[modifica | modifica wikitesto]

Vista laterale della cattedrale

Nel XIX secolo i primi vescovi dell'eparchia del Turkestan discussero della necessità di edificare una chiesa ortodossa russa nella città di Almaty. Il 26 settembre 1903 il vescovo di Tashkent e Turkestan, Paisii Vinogradov, benedisse la fondazione della nuova chiesa. La costruzione è stata realizzata dall'ingegnere Zenkov tra il 1904 e il 1907, su progetto dell'architetto Constantin Abramovich Borisoglebskogo e da allora la cattedrale viene chiamata anche Cattedrale Zenkov. Il campanile fu eretto il 14 settembre 1906. L'edificio è stato completato nel 1907 ed è il secondo più alto edificio in legno del mondo. La cattedrale è sopravvissuta al terremoto del 1911 con danni minimi.[1]

Dopo la rivoluzione russa la cattedrale è stata utilizzata per ospitare il Museo di Stato Centrale della Repubblica Socialista Sovietica Kazaka. Dal 1930 al 1940 è stata utilizzata da importanti organizzazioni pubbliche. I primi trasmettitori radio a Almaty erano situati nel campanile della cattedrale.

La cattedrale in inverno

I lavori di restauro della cattedrale hanno avuto inizio nel 1973 e sono durati fino al 1976. Nel maggio 1995 il controllo della cattedrale è stato restituito alla chiesa ortodossa russa e dopo ulteriori lavori di restauro la chiesa è stata riaperta al culto nel 1997.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Informazioni sulla cattedrale
  2. ^ Zhamkhanova, K. A., A. K. Botanov, e Manash Kabashevich Kozybaev Pamiatniki istorii i kulʹtury Almaty: katalog dokumentov Almaty: Izd-vo Ȯner, 2003. ISBN 9965-595-57-7. Pag. 39.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]