Carta della Libertà

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La Carta della Libertà è stata la dichiarazione dei principi fondamentali del South African Congress Alliance, formato dall'African National Congress e dai suoi alleati, il South African Indian Congress, il South African Congress of Democrats e il Coloured People's Congress. Il documento, che si caratterizza con la sua richiesta di apertura, "Il Popolo deve governare!", è stato approvato dal Congresso del Popolo di Kliptown il 26 giugno 1955.

« Noi, il popolo del Sudafrica, dichiariamo, perché l’intera nazione ed il mondo sappiano:

che il Sudafrica appartiene a tutti coloro che ci vivono, bianchi e neri, e che nessun governo può a giusto titolo vantare alcuna autorità se questa non si basa sulla volontà di tutto il popolo;

che il nostro popolo è stato defraudato del diritto, acquisito per nascita, alla terra, alla libertà ed alla pace da una forma di governo basata sull’ingiustizia e l’ineguaglianza;

che il nostro Paese non sarà mai prospero né libero finché tutta la nostra gente non vivrà nel segno della fratellanza, non godrà degli stessi diritti e di pari opportunità;

che soltanto uno Stato democratico, fondato sulla volontà dell’intera popolazione, può garantire a tutti il rispetto dei diritti di nascita senza alcuna distinzione di colore, razza, sesso o credo;

Quindi, noi, il popolo del Sudafrica, bianchi e neri insieme eguali, compatrioti e fratelli, approviamo la presente Carta delle Libertà;

E ci impegniamo a lottare insieme, senza lesinare né forza né coraggio, finché non avremo ottenuto i cambiamenti democratici sanciti dal presente documento.

Il Popolo governerà!

Ogni uomo e donna avrà il diritto di voto e di candidarsi per entrare a far parte di tutti gli organi preposti a legiferare;

Tutti avranno il diritto di entrare a far parte dell’Amministrazione del Paese;

Tutti godranno degli stessi diritti, indipendentemente dalla razza, dal colore e dal sesso di ciascuno;

Tutti gli organi governati da una minoranza, gli organi consultivi, i consigli e gli enti dovranno essere sostituiti da organi democratici di autogoverno.

Tutte le categorie nazionali godranno degli stessi diritti!

Godranno di uno status paritetico negli organi statali, dinanzi ai tribunali e nelle scuole i cittadini appartenenti a tutti i gruppi e di tutte le razze;

Tutti avranno pari diritto di utilizzare la propria lingua e sviluppare tradizioni e cultura popolari propri;

Tutte le categorie di cittadini saranno tutelate per legge da qualsiasi oltraggio alla razza ed all’orgoglio nazionale;

L’istigazione e la pratica di nazionalismo, di discriminazioni e del disprezzo basati sulla razza e sul colore della pelle costituiranno un reato sanzionabile;

Tutte le leggi e le prassi segregazioniste verranno abbandonate.

Il Popolo condividerà la ricchezza del Paese!

La ricchezza nazionale del nostro paese, il patrimonio dei sudafricani, verranno restituiti al popolo;

La proprietà delle ricchezze minerali del sottosuolo, delle banche e dei monopoli industriali verrà trasferita al popolo tutto;

Tutte le altre attività industriali e commerciali saranno controllate in modo che contribuiscano al benessere della popolazione;

Tutto il popolo godrà di pari diritti a svolgere attività commerciali ove preferisca, a produrre e condurre qualsiasi attività economica, artigiana e svolgere qualsiasi professione.

La terra sarà condivisa da coloro i quali la lavorano!

Verranno eliminati qualsiasi limitazione o vincolo di matrice razziale legati alla proprietà della terra e questa verrà ridistribuita a tutti quelli che la lavorano, al fine di eliminare carestia e fame;

Lo Stato fornirà assistenza ai contadini con l’attrezzatura, le sementi, i trattori ed i bacini artificiali ai fini del recupero dei terreni e dell’assistenza ai coltivatori;

A tutti coloro i quali lavorano la terra verrà garantita libertà di circolazione;

Tutti avranno diritto ad occupare la terra ovunque lo scelgano;

Il popolo non dovrà essere derubato del proprio bestiame e verranno aboliti il lavoro coatto e le prigioni adibite a fabbriche.

Tutti saranno uguali dinanzi alla legge!

Nessuno potrà essere detenuto, deportato o costretto senza un giusto processo; nessuno potrà essere condannato per ordine di un ufficiale governativo;

I tribunali saranno rappresentativi di tutti il popolo;

La detenzione sarà prevista per i soli reati gravi contro la persona e dovrà essere volta alla rieducazione, non mirare alla vendetta;

Gli organi di polizia e l’esercito saranno accessibili a tutti su uguali basi e saranno coloro che aiuteranno e proteggeranno il popolo;

Tutte le leggi discriminanti in base alla razza, al colore della pelle o al credo verranno abrogate.

Tutti godranno degli stessi diritti dell’uomo!

La legge garantirà a tutti il diritto alla libertà di espressione, di organizzazione, di adunanza, di pubblicazione, di esprimersi, di culto e di educare i propri figli;

La privacy della casa verrà protetta per legge dai raid della polizia;

Tutti saranno liberi di spostarsi senza limitazioni dalla campagna ai centri urbani, di provincia in provincia, e dal Sudafrica all’estero;

Le leggi sui lasciapassare, sui permessi e tutte le altre leggi che restringono queste libertà saranno abolite.

Vi saranno lavoro e sicurezza!

Tutti i lavoratori saranno liberi di creare sindacati, eleggere i propri rappresentanti e firmare accordi salariali con i propri datori di lavoro;

Lo Stato dovrà riconoscere a tutti il diritto e il dovere al lavoro e prevedere sussidi di disoccupazione;

Uomini e donne di tutte le razze riceveranno pari remunerazione per uguale lavoro;

Vi saranno una settimana lavorativa di 24 ore, un salario minimo nazionale, ferie e giorni di malattia retribuiti ogni anno per tutti i lavoratori, nonché congedi per maternità con piena retribuzione per tutte le mamme lavoratrici;

I minatori, i collaboratori domestici, i contadini e gli impiegati statali avranno eguali diritti, così come tutti gli altri lavoratori;

Il lavoro minorile, compound labour, il “tot system” ed i contratti di manodopera temporanea verranno aboliti.

Le porte dell’apprendimento e della cultura saranno aperte!

Lo Stato dovrà scoprire, sviluppare e incoraggiare l’espressione del talento nazionale ai fini della valorizzazione della nostra vita culturale;

Tutti i tesori culturali dell’umanità saranno accessibili a tutti, con il libero scambio di testi, di idee e contatti con altre terre;

Lo scopo dell’istruzione sarà quello di insegnare ai giovani ad amare la propria gente e la propria cultura, ad onorare la fratellanza umana, la libertà e la pace;

L’istruzione sarà gratuita, obbligatoria, universale ed uguale per tutti i bambini; l’istruzione superiore e la formazione tecnica saranno accessibili a tutti grazie a sussidi statali e borse di studio concesse sulla base del merito;

L’analfabetismo degli adulti verrà eliminato grazie ad un piano d’istruzione statale di massa;

Gli insegnanti godranno degli stessi diritti degli altri cittadini;

La colour bar nella vita culturale, nello sport e nell’istruzione sarà eliminata.

Vi saranno case, sicurezza e serenità!

Tutti avranno il diritto di vivere dove desiderano, di avere un alloggio decente e far crescere la propria famiglia nella serenità e nella sicurezza;

Gli alloggi inutilizzati verranno resi disponibili al popolo;

Affitti e prezzi saranno abbassati, vi sarà cibo e nessuno patirà la fame;

Lo Stato attuerà un programma di prevenzione sanitaria;

Tutti beneficeranno di cure mediche e ricoveri ospedalieri gratuiti, con particolare riguardo per le mamme ed i bambini piccoli;

I quartieri degradati verranno demoliti e nuovi quartieri di periferia saranno costruiti ove tutti possano usufruire di mezzi di trasporto, strade, illuminazione, campi da gioco, asili nido e centri sociali;

Gli anziani, gli orfani, i disabili e gli ammalati saranno presi in cura dallo Stato;

Il riposo, il tempo libero e i momenti di ricreazione saranno un diritto di tutti:

Verranno eliminate le aree recintate ed i ghetti e saranno abrogate le leggi che comportano la separazione delle famiglie.

Vi saranno pace ed amicizia!

Il Sudafrica sarà uno Stato assolutamente indipendente che rispetta i diritti e la sovranità di tutte le nazioni;

Il Sudafrica lotterà per il mantenimento della pace nel mondo e la composizione di tutte le controversie internazionali tramite il negoziato - non la guerra;

La pace e l’amicizia tra tutto il nostro popolo verranno garantite assicurando pari diritti, pari opportunità e parità di status a tutti;

I cittadini dei protettorati di Basutoland, Bechuanaland e Swaziland saranno liberi di decidere da soli del proprio futuro;

Il diritto di tutti i popoli d’Africa all’indipendenza e all’autogoverno verrà riconosciuto e costituirà la base di una stretta collaborazione.

Che tutti quelli che amano il proprio popolo ed il proprio Paese possano dire ora, come noi diciamo qui:

LOTTEREMO PER QUESTE LIBERTÀ, FIANCO A FIANCO, PER TUTTA LA VITA, FINCHÉ NON AVREMO CONQUISTATO LA LIBERTÀ »