Brothers' Circle

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il Brothers’ Circle o Bratki (in russo: Братки́), in italiano: Il circolo dei fratelli (conosciuto in precedenza anche come la Famiglia degli undici e i venti) è il nome dato a un gruppo criminale internazionale coinvolto nel traffico di droga.

Il dipartimento del tesoro degli Stati Uniti dichiara ufficialmente che opera nel Medio oriente, nell' Africa orientale, in America latina e negli Stati Uniti, ed è presumibilmente controllato da Vladislav Leontyev, un russo di Gorky. Il gruppo è stato nominato dall'amministrazione Obama nella sua strategia di contrasto al crimine organizzato transnazionale nel 2011 definendolo come un gruppo criminale multietnico composto da capi e membri anziani di diverse organizzazioni criminali per lo più di paesi dell'ex Unione Sovietica. Molti membri condividono la stessa ideologia basata sulla tradizione del "Ladro nella legge".

Membri presunti[modifica | modifica sorgente]

  • Vladislav Leontyev
  • Vasiliy Khristoforov
  • Maxim Sheaib
  • Kamchy Kolbayev
  • Gafur Rakhimov
  • Alexey Zaytsev
  • Lazar Shaybazyan
  • Aleksandr Manuylov
  • Temuri Mirzoyev
  • Koba Shemazashvili
  • Lasha Shushanashvili
  • Kakhaber Shushanashvili
  • Vladimir Vagin
  • Zakhar Kalashov[1]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Treasury Designates Key Members of the Brothers' Circle Criminal Organization

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]