Penisola balcanica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Balcani)
bussola Disambiguazione – "Balcani" rimanda qui. Se stai cercando altri significati, vedi Balcani (disambigua).
Balcani

La Penisola balcanica, anche conosciuta come Balcani, è una penisola dell'Europa orientale che è delimitata a sud-ovest dal mare Adriatico e dal mar Ionio, a sud-est dal mare Egeo e ad est dal Mar Nero. Prende il nome dal sistema montuoso omonimo che si trova tra Serbia e Bulgaria, il cui nome di origine turca significa semplicemente "monte".[1]

Come spesso accade per le penisole, incerta è la definizione del suo confine sulla terraferma, aggravato dal fatto che si tratta di uno dei suoi confini più estesi. Non aiuta inoltre la definizione di questa linea di demarcazione il fatto che il territorio presenta al suo interno grandi differenze e frammentazioni per storia, nazionalità, lingua, cultura e religione delle popolazioni che vi abitano.

Solitamente se ne stabilisce il confine sul Danubio e sul suo affluente Sava. In tal modo si include però la Slovenia, che storicamente ha avuto a che fare con i Balcani solo dopo la dissoluzione dell'Impero asburgico, e si escludono Romania e Moldavia, paesi di lingua latina ma storicamente e culturalmente legati all'Europa orientale.[2] Secondo il geografo Vittorio Vialli, la delimitazione a nord è rappresentata dalla linea geografica Trieste-Odessa. Esclude dalla regione la Slovenia l'interpretazione del confine che include il fiume Kupa, facendolo partire dalla città di Fiume e raggiungendo le foci del Danubio.[3] In tal modo confina a ovest con la cosiddetta regione geografica italiana,[4][5] che include territori non facenti parte della Repubblica Italiana. La definizione politica di Balcani venne in uso nel XIX secolo per designare i paesi europei interessati dall'espansione e dalla successiva dissoluzione dell'Impero Ottomano.[6]

Del resto le caratteristiche del territorio, solcato da catene montuose parallele che ostacolarono il movimento in direzione nord-sud e una colonizzazione uniforme già ai tempi dell'espansione greco-romana, e la sua stessa collocazione geografica contribuiscono a spiegare le tormentate vicende storiche che hanno caratterizzato la penisola.[7]

Fino al 1975 la penisola era attraversata dal Balkan Express, un treno con partenza da Vienna e arrivo a Istanbul.

Orografia[modifica | modifica wikitesto]

I Balcani

La Penisola balcanica è percorsa da varie catene e massicci montuosi:

Stati[modifica | modifica wikitesto]

È un crogiolo di popoli, etnie, lingue e religioni e dalla storia sempre burrascosa, come dimostra la breve storia della Jugoslavia.

Nella Penisola Balcanica sono geograficamente situati i seguenti Stati:

Balcani Occidentali[modifica | modifica wikitesto]

La regione occidentale della penisola balcanica comprende molti paesi dell'ex-Jugoslavia, più Albania.

Di questi Stati il Montenegro e il Kosovo adottano l'euro in base a decisioni unilaterali senza l'approvazione di Bruxelles dal 1º gennaio 2002.

Tutti i paesi dell'area hanno aspirazioni d'ingresso nell'Unione europea:

I Balcani occidentali hanno una popolazione di 22.710.121 abitanti distribuita su una superficie di 295.465 chilometri quadrati con una densità di 98,9 abitanti per chilometro quadrato.

Secondo la tabella sottostante:

Stato Superficie in km2 Abitanti Densità per km2 Domanda di adesione Unione europea Eurozona Riferimenti
Macedonia Macedonia 25.713 2.2.058.539 81 22 marzo 2004 Candidata ufficiale [8][9][10]
Montenegro Montenegro 13.812 0.625.266 43,3 15 dicembre 2008 Negoziati di adesione avviati Euro symbol.svg [11][12]
Albania Albania 28.748 3.3.162.000 125 28 aprile 2009 Candidata ufficiale [13][14]
Serbia Serbia 88.361 6.7.186.862 106,3 22 dicembre 2009 Candidata ufficiale
Bosnia ed Erzegovina Bosnia ed Erzegovina 51.209 4.3.852.000 75
Kosovo Kosovo* 10.887 1. 1.804.838 175 Euro symbol.svg

* Status in discussione: provincia della Serbia, o indipendente.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Storia della penisola balcanica.

Il premier britannico Winston Churchill ne diede una descrizione che può valere ancora oggi:

"I Balcani producono più storia di quanta ne possono digerire".

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Roberto Almagià, Balcani, Treccani, 1930. URL consultato il 15 settembre 2013.
  2. ^ Profilo geografico dei Balcani in ALIAS, Università Ca' Foscari. URL consultato il 15 settembre 2019.
  3. ^ Penisola Balcanica, Treccani. URL consultato il 15 settembre 2013.
  4. ^ "L'Enciclopedia Geografica - Vol.I - Italia", 2004, Ed. De Agostini
  5. ^ L.TOMAZ, Il confine d'Italia in Istria e Dalmazia, Presentazione di Arnaldo Mauri,Think ADV, 2008, Conselve
  6. ^ Questione balcanica, Treccani. URL consultato il 15 settembre 2013.
  7. ^ Pasquale Iuso, Adolfo Pepe, Maurizio Simoncelli, La comunità internazionale e la questione balcanica, Rubbettino, 2002, p. 57, ISBN 978-88-498-0316-7.
  8. ^ (PDF) Parere della Commissione sulla domanda dell'ex Repubblica di Macedonia di adesione dell'Unione europea
  9. ^ (PDF) Parte X, punto 24 delle Conclusioni della Presidenza svoltosi il Consiglio svoltosi il 15/16 dicembre 2005
  10. ^ (PDF) Strategia di allargamento e sfide principali per il periodo 2009-2010
  11. ^ (PDF) Parere della Commissione sulla domanda di adesione del Montenegro all’Unione europea
  12. ^ (PDF) Parte II, punto 10 delle Conclusioni del Consiglio europeo svoltosi il 16/17 dicembre 2010
  13. ^ La Commissione europea nel suo Parere pubblicato il 9 novembre 2010 ha rinviato ogni raccomndazione al Consiglio riguardo l'Albania al rapporto sull'allargamento del novembre 2011
  14. ^ (PDF) Parere della Commissione sulla domanda di adesione dell'Albania all’Unione europea

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Conosci l'Italia Vol. I - L'Italia Fisica, 1957, Touring Club Italiano.
  • L'Enciclopedia Geografica - Vol. I - Italia, 2004, Ed. De Agostini.
  • Tomaz Luigi, Il confine d'Italia in Istria e Dalmazia, Presentazione di Arnaldo Mauri,Think ADV, Conselve, 2008.
  • Mauri Arnaldo, L'oltre Adriatico, un obiettivo mancato nel processo di unificazione nazionale: cause e conseguenze economiche e politiche, Università degli Studi di Milano, DEAS, Working Paper 9 - 2011.
  • Analis D.T., Les Balcans, 1945-1960, Presses Universitaires de France, Parigi, 1968.
  • Conte F., Gli slavi, Einaudi, Torino, 1991.
  • Ancel J., Peuples et nations des Balcans, A. Colin, Parigi, 1926.
  • Prevelakis G., I Balcani, Il Mulino, Bologna, 1997.
  • Hosch E., Storia dei Balcani, Il Mulino, Bologna, 2006.
  • Castellan G., Storia dei Balcani, Argo, Lecce, 2004.
  • Todorova M., Immaginando i Balcani, Lecce, Argo, 2002.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Europa Portale Europa: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Europa