Arthur Somerset

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Arthur Somerset in una caricatura del 1887

Major Lord Henry Arthur George Somerset, noto come Lord Arthur Somerset (17 novembre 185126 maggio 1926), è stato il terzo figlio di Henry Somerset, ottavo duca di Beaufort e Lady Georgiana Charlotte Curzon.

Fu scudiero del Principe di Galles (il futuro re Edoardo VII del Regno Unito) e responsabile delle sue scuderie.

Omosessuale, visse separato da sua moglie dopo che costei l'ebbe sorpreso in compagnia intima di un servitore. Fu uno dei primi ammiratori del futuro scrittore Jean Lorrain, incontrato verso il 1878.

Nel 1889 fu implicato nel cosiddetto "Cleveland street scandal" e sospettato d'essere stato cliente abituale di un bordello che procurava a membri dell'aristocrazia la compagnia di giovani fattorini telegrafisti. Riuscì però ad evitare l'incriminazione minacciando di coinvolgere, se processato, Albert Victor, Duca di Clarence (1864-1892), secondo nella linea di successione al trono britannico. Gli fu pertanto permesso di fuggire all'estero.

Principe Albert Victor

Si stabilì inizialmente a Hombourg e poi a Firenze dove, ricco e capriccioso, non tardò a diventare una figura di spicco negli ambienti mondani.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]