Anfiteatro di anatomia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
L'anfiteatro anatomico dell'Università di Leida
Il teatro anatomico dell'Università di Bologna

L'anfiteatro di anatomia, anche chiamato teatro anatomico, è il luogo adibito alle dimostrazioni anatomiche effettuate tramite dissezione di cadaveri.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

L'anfiteatro in passato era costituito da un tavolo centrale sul quale avveniva la dissezione circondato da gradini disposti in modo circolare, ellittico o ottagonale e provvisti di parapetto dai quali gli studenti potevano osservare il procedere della dimostrazione.

I primi mai realizzati[modifica | modifica wikitesto]

Il primo teatro anatomico stabile fu realizzato a Padova per le lezioni di medicina svolte presso la locale Università. L'anfiteatro fu costruito nel 1594 per volere dell'anatomista Girolamo Fabrici d'Acquapendente e ospitò le dissezioni anatomiche fino al 1872[1][2][3].

Tale primo esempio fu seguito pochi anni dopo, nel 1597, dalla realizzazione di una struttura analoga presso l'Università di Leida[1].

Successivamente teatri anatomici furono realizzati presso Università e ospedali di tutta Europa. Tra i più antichi in Italia si possono ricordare quello dell'Università di Bologna, realizzato nel 1637 all'interno del Palazzo dell'Archiginnasio, quelli delle Università di Pavia e Ferrara, quello dell'Ospedale del Ceppo di Pistoia, realizzati nel XVIII secolo e quello dell'Università di Lucca, realizzato verso il 1820.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Spicci, pp. 37-8, 2009.
  2. ^ Armocida, pp. 170-1, 1993.
  3. ^ Teatro anatomico sul sito dell'Università degli Studi di Padova

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina