Accentramento amministrativo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

L'accentramento amministrativo fu una scelta politica della destra storica che sollevò molte discussioni. Si trattava di decidere, subito dopo l'unità d'Italia (1861), se concentrare tutto il potere nell'amministrazione centrale oppure concedere una certa autonomia alle realtà locali (decentramento amministrativo) al fine di rispettare e di valorizzare le diversità esistenti nell'eterogenea realtà italiana. I primi governi del regno optarono per una piemontesizzazione del paese, estendendo a tutta la penisola lo Statuto Albertino e la legislazione piemontese, introducendo la figura dei prefetti su tutto il territorio e servendosi di personale sabaudo da inserire in tutte le istituzioni nazionali.

diritto Portale Diritto: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diritto