Yōon

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Lo yōon (拗音? lett. "parola contratta" o "digramma") è una caratteristica della lingua giapponese in cui un mora è formato da un suono aggiuntivo, dato dalla y. Questa modifica coinvolge i kana terminanti con la vocale i, ai quali viene aggiunto uno dei tre kana ya, yo e yu più piccolo del normale; si ha dunque una modifica del suono. Ad esempio ki き + ょ yo diventa きょ, kyo. È da notare che non è sempre vero che quando troviamo vicini ya, yo o yu e un kana terminante in i si formi necessariamente un dittongo; ad esempio kyō, "oggi", viene trascritto come きょう, mentre kiyō, "abile", come きよう, utilizzando nel secondo caso un kana yo nella forma classica non rimpicciolita.

La maggior parte delle parole che utilizzano lo yōon nel giapponese moderno sono per la gran parte derivate dal cinese, in quanto il giapponese antico non possedeva questo tipo di suoni. Si teorizza che siano stati quindi creati per l'inserimento delle parole cinesi nella lingua, avvenuto nel corso dei secoli. Originariamente non vi era l'utilizzo di un kana più piccolo, ma si doveva desumere il suo utilizzo a seconda del contesto della parola.

Tabella[modifica | modifica wikitesto]

Hiragana
ya yu yo
ki きゃ kya きゅ kyu きょ kyo
shi しゃ sha しゅ shu しょ sho
chi ちゃ cha ちゅ chu ちょ cho
ni にゃ nya にゅ nyu にょ nyo
hi ひゃ hya ひゅ hyu ひょ hyo
mi みゃ mya みゅ myu みょ myo
ri りゃ rya りゅ ryu りょ ryo
gi ぎゃ gya ぎゅ gyu ぎょ gyo
ji じゃ ja じゅ ju じょ jo
bi びゃ bya びゅ byu びょ byo
pi ぴゃ pya ぴゅ pyu ぴょ pyo
Katakana
ya yu yo
ki キャ kya キュ kyu キョ kyo
shi シャ sha シュ shu ショ sho
chi チャ cha チュ chu チョ cho
ni ニャ nya ニュ nyu ニョ nyo
hi ヒャ hya ヒュ hyu ヒョ hyo
mi ミャ mya ミュ myu ミョ myo
ri リャ rya リュ ryu リョ ryo
gi ギャ gya ギュ gyu ギョ gyo
ji ジャ ja ジュ ju ジョ jo
bi ビャ bya ビュ byu ビョ byo
pi ピャ pya ピュ pyu ピョ pyo